Sei appuntamenti a Serravalle con il teatro dialettale

A partire dal 20 gennaio, una fitta locandina di commedie in vernacolo, tutte da gustare, grazie all’iniziativa del Centro Sociale S. Andrea

Sei appuntamenti a Serravalle con il teatro dialettale

Storie di Magica Quotidianità
“Giovani e Adulti, parti o contro parti di questa società complessa?”
La Juvenes elegge i nuovi organismi interni

San Marino. Da sempre il Centro Sociale S. Andrea di Serravalle, tende a valorizzare l’importante valenza del teatro amatoriale e della tradizione sammarinese e romagnola attraverso il recupero della lingua dialettale, e non poteva mancare nella ricorrenza del sessantesimo del Centro un’attenzione particolare a tutto questo. Fin dal 1958 c’è stato l’attenzione per il teatro (il fondatore del Centro Giorgio Veronesi è stato un ottimo autore e regista di teatro), portato avanti negli anni anche con la Compagnia Quei D’Seraval (con l’aiuto dell’autore Gian Paolo Gattei).   Il teatro amatoriale è un’utile esperienza per chi lo pratica come attore non professionista ma anche quale modo per valorizzare la tradizione sammarinese e romagnola, attraverso il recupero della lingua e della cultura dialettale. Ed è anche occasione di offrire  un’ occasione di sana ricreazione per tutti, dai più maturi ai più giovani.

Quest’anno è stato allestito un ricco calendario che prevede sei appuntamenti con compagnie provenienti da Rimini e il circondario che fanno del teatro dialettale il loro interesse, mettendo in scena spettacoli scritti da affermati autori (tra cui il sammarinese Stefano Palmucci).

La rassegna si svolgerà nel Teatro S. Andrea di Serravalle (RSM) con inizio alle ore 21, il primo appuntamento è per sabato 20 gennaio con la commedia: J’È SEMPRE I MAT A SALVÈ AL FAMEI, tre atti comici brillanti di Giuseppe Ciavatta, con la Compagnia Dialettale MEJ CH’NE GNINT di Bellariva.

La storia parla di una modesta famiglia di contadini con due figli, uno sordomuto e l’altro con evidenti problemi psichici. Il figlio sordomuto dopo un’operazione torna normale e sposa un’amica d’infanzia. Il matrimonio, però, evidenzia subito alcuni gravi problemi. Problemi che in seguito verranno a suo modo risolti … Per scoprire tutti i vari intrecci non resta che partecipare alla serata.

La Rassegna si svolge con il patrocinio della Segreteria di Stato all’Istruzione e Cultura e della Giunta di Castello di Serravalle

Teatro S. Andrea Serravalle RSM – Inizio ore 21

sabato 20 gennaio I J’È SEMPRE I MAT A SALVÈ AL FAMEI – con la Compagnia Dialettale MEJ CH’NE GNINT di Bellariva, tre atti di Giuseppe Ciavatta

sabato 27 gennaio I MUSICA DIAMENT E MEZI SOLI – con la Compagnia Teatrale LA MULNELA di Poggio Berni, tre atti di Ario Righetti

sabato 17 febbraio I SE UI E’ DA GARAVLE’ A VENG ENCA ME – con la Compagnia Teatrale Filodrammatica HERMANOS di Longiano – tre atti di Giusi Canducci

sabato 17 marzo I LA PERPETUA INAMUREDA – con la Compagnia Dialettale JARMIDIED di Rimini, tre atti di Guido Lucchini

sabato 14 aprile I E DIEVLI UI FÀ E PO UI ACUMPAGNA – con la Compagnia Dialettale I FIUL ID MUNTLICEN di Montelicciano, tre atti di Stefano Palmucci

sabato 21 aprile I E DIRETOR DLA SCOLA – con la Compagnia Dialettale A FEM DE NOST MEI di Rimini, tre atti di Stefano Palmucci

La Rassegna si svolge con il patrocinio della Segreteria di Stato all’Istruzione e Cultura e della Giunta di Castello di Serravalle. Per informazioni e prenotazioni: 335 7348847 – 0549 900759 –  csandrea@alice.sm

Ingresso: Intero € 12  – Ridotto € 10 (pensionati / bambini fino a 10 anni / soci Centro Sociale S. Andrea)

COMMENTA L' ARTICOLO