Il Cinema ritrovato: L’Atalante di Jean Vigo

Sullo schermo del Concordia, divisa tra due appuntamenti, (il secondo sarà lunedì 22 gennaio) tutta la produzione del grande regista francese

Il Cinema ritrovato: L’Atalante di Jean Vigo

“Free Lunch Society” in proiezione mercoledì
La grande arte al cinema: Revolution
Film, questa sera al Concordia: “L’appartamento”

San Marino. Lunedì 15 gennaio 2018 alle ore 21, torna al Concordia l’appuntamento con “Il Cinema ritrovato” la rassegna di San Marino Cinema realizzata in collaborazione con la rinomata Cineteca di Bologna che prevede la proiezione di film originali nella versione restaurata.

Sullo schermo divisa tra due appuntamenti (il secondo sarà lunedì 22 gennaio) tutta la produzione del grande regista francese  Jean Vigo.

Nella serata del 15 sarà dunque proiettato L’Atalante, uno dei film più leggendari della storia del cinema, ultima opera di un regista geniale destinato a morire di tubercolosi neanche trentenne. L’Atalante – che in Italia è stato reso celebre per essere stato scelto come sigla di Fuori Orario – Cose (mai) viste – fonde come miracolosa grazia le derive delle avanguardie con uno sguardo realista sempre dalla parte degli ultimi, degli emarginati. «Come la chiatta che procede lungo il fiume, battello (non) ebbro di rimbaudiana memoria. Il cinema nella sua forma più alta» (quinlan.it)

Il film narra una storia d’amore, ed è considerato tra i tantissimi capolavori del cinema francese degli anni 1930, soprattutto dagli esponenti della Nouvelle Vague, che sono stati gli artefici della riscoperta del regista

Riportare L’Atalante in sala, in versione restaurata e per la prima volta nella sua “veste originaria” dopo un attento e lungo lavoro di ricerca sui diversi materiali (e sulle differenti versioni) esistenti, è quindi un’occasione d’oro per scoprire che film straordinario.

Restaurato in 4K nel 2017 da Gaumont in collaborazione con Cinémathèque française e The Film Foundation con il supporto di CNC – Centre national du cinéma et de l’image animée presso i laboratori L’Immagine Ritrovata e L’Image Retrouvée a partire da nitrati originali di prima generazione provenienti da BFI – National Archive, Cineteca Italiana e Cinémathèque française.

 

COMMENTS