Massimiliano Messieri celebrato al Mascagni di Livorno

L’evento musicale livornese ha il privilegio di avere la prima esecuzione mondiale di “Salmo XLIII” per soprano, coro maschile, sassofono baritono, e live electronics su 16 canali indipendenti

Massimiliano Messieri celebrato al Mascagni di Livorno

Trasferta a Mosca per il Maskfest
A DREAM WITHIN A DREAM – Vivere la musica
Festa della musica per allievi e professori ISM

San Marino. Oggi, lunedì 16 aprile, alle ore 18, presso l’Auditorium Cesare Chiti il Maestro Massimiliano Messieri sarà ospite del Conservatorio di Musica “Piero Mascagni” di Livorno per un concerto dedicato alle sue musiche. L’evento musicale livornese ha il privilegio di avere la prima esecuzione mondiale di “Salmo XLIII” per soprano, coro maschile, sassofono baritono, e live electronics su 16 canali indipendenti, che il “Mascagni” ha commissionato lo scorso novembre al Maestro Messieri, partitura terminata di scrivere il 2 gennaio di questo anno. Il concerto, inserito nel prestigioso Festival Internazionale di Musica Contemporanea “Suoni Inauditi 2018”, è il primo monografico che un conservatorio di musica italiano dedica al docente di Teoria e Lettura della Musica ed Esercitazioni Orchestrali dell’Istituto Musicale Sammarinese. Il concerto è senza dubbio un’indagine del suono che Messieri dedica ad uno strumento complesso come il sassofono, trasformandolo in puro divertimento per la mente e per l’udito. Realizzato grazie alla collaborazione di amici e colleghi concertisti come Valerio Barbieri (sassofono), Enrico De Feo (regia), Gabriele Micheli (Maestro del coro del “Mascagni”), e la partecipazione del soprano moscovita Elena Tereshchenko, coordinati magistralmente dal direttore artistico Fabio De Sanctis De Benedictis, il concerto si articola in quattro frammenti temporali: “Hymn to God” azione musicale per sassofono soprano, due attrici, audio digitale e reverbero naturale (2004), “Via Crucis” per sassofono soprano e reverbero naturale (2006), “E.S.” 5 variazioni su un poema di Edoardo Sanguineti per sassofono contralto e audio digitale (2010), per chiudere con “Salmo XLIII” per soprano, coro maschile, sassofono baritono, e live electronics su 16 canali indipendenti (2018). Massimiliano Messieri (1964), compositore, direttore d’orchestra e direttore musicale del Maskfest (Festival Internazionale di Nuova Musica), ha vinto il primo premio ai concorsi internazionali di composizione 2 Agosto (Bologna, 1997), 100 note (New York, 2006), CMN (Miami, 2013), le sue partiture sono state commissionate ed eseguite presso la Sala delle Muse di Praga, Schlosskirke di Ettersburg, 1° e 2° Concorso Internazionale Pianistico della Repubblica di San Marino, International Forfest Festival di Kromeriz, oh-Ton Festival di Oldemburg, Teatro Comunale di Bologna, Cracovia Sacra, ArtX Detroit al Max M. Fisher Music Center a Detroit, Spectrum Foundation di New York, CCRMA Stanford University, KSFNM Festival Kennesaw State University, Hole Memorial Auditorium di Riverside, Grande Auditorium del Museo Scriabin a Mosca. Ha tenuto masterclass e lezioni al Conservatorio di Musica di Cracovia, DAMS Arte di Bologna, Kennesaw State University, International Forfest Festival di Kromeriz, IULM di Milano, a La Sierra University di Riverside. Vive nella Repubblica di San Marino dal 2002 dove è docente presso l’Istituto Musicale Sammarinese di Teoria e Lettura della Musica ed Esercitazioni Orchestrali.
Istituto Musicale

COMMENTA L' ARTICOLO