American Exspress torna valida fino al 31 dicembre 2018

Revoca della decisione unilaterale che aveva colpito operatori economici e cittadini

American Exspress torna valida fino al 31 dicembre 2018

Chiesta la revoca della nomina ad ambasciatore per Arcelli e Antonella Mularoni
Usot: allarme rosso per l’abbandono di American Express
Ricomincia il Consiglio ed è sempre muro contro muro

San Marino. Un problema finalmente si risolve. Lo ha annunciato Banca Centrale sul suo sito web: la direzione di American Express ha revocato la decisione di recesso delle carte di credito e di prorogare la convenzione fino a fine anno. Questa la comunicazione ufficiale:

ACCORDO DI ACCETTAZIONE DELLE CARTE DI CREDITO AMERICAN EXPRESS – REVOCA DELLA COMUNICAZIONE UNILATERALE DI RECESSO
A seguito della recente iniziativa di American Express di recedere dagli accordi di accettazione delle carte di credito con gli esercenti sammarinesi convenzionati, la Banca Centrale è intervenuta con l’Istituto di pagamento per comprendere le motivazioni sottostanti a tale decisione.

Effettuati gli ulteriori approfondimenti congiunti, la Direzione-Italia di American Express ha comunicato in data odierna di aver deciso di prorogare gli accordi di accettazione delle carte di credito presso gli esercenti sammarinesi convenzionati sino al 31 dicembre 2018.

Gli stessi esercenti saranno informati a breve attraverso una dedicata lettera di American Express.

Dai microfoni della tivù di Stato, il Segretario Celli plaude al risultato ma parla anche di una soluzione “parziale” da risolvere, trattandosi di una proroga. E annuncia interventi di “carattere strutturale in merito alla gestione dei pagamenti”. Per questo, Governo e Bcsm si metteranno subito al lavoro perché “simili situazioni non avvengano più in futuro”. Sembra che il problema sia nato il 9 febbraio scorso quando la società T-Pay confermò l’operatività dei circuiti Visa e Mastercard. Fonti istituzionali spiegano che American Express (che ha collegamenti con Visa) non sarebbe stata al corrente di una nuova disponibilità di quest’ultima a operare a San Marino.

 

COMMENTA L' ARTICOLO