I sammarinesi spendono di più fuori territorio per negozi, cibo e divertimento

Consumi e stile di vita nell’indagine appena pubblicata dall’Ufficio Informatica, Tecnologia, Dati e Statistica

I sammarinesi spendono di più fuori territorio per negozi, cibo e divertimento

Ospiti della CSdL le delegazioni della DGB (Germania) e CGT (Francia)
Camera di Commercio ad Ecomondo edizione 2017
Anis e Abs, qual è l’obiettivo della maggioranza sulle banche?

San Marino. Dal dipartimento della Funzione Pubblica, Ufficio Informatica, Tecnologia, Dati e Statistica è stata appena pubblicata l’indagine sui consumi e gli stili di vita dei cittadini sammarinesi. Rallenta la spesa media mensile per la famiglia tipo sammarinese. Nel 2017 si attestava a 2429,49€ inferiore del 3,1% rispetto all’anno precedente. Dato che incide su diversi settori, sono diminuiti pasti e consumi fuori casa (-8,6%), beni e servizi (-6,9%), istruzione (-6,8%) e abitazione (-5,4%). Le uniche categorie di spesa in aumento riguardano le utenze domestiche (+6,3%), telefoniche (+6,2%) e attività sportive (+1,8%). I consumi in territorio sono rimasti quasi invariati rispetto al 2016 attestandosi al 72,9% (nel 2016 era pari al 72,8%). Sono le spese fuori territorio che non fanno ben sperare per l’economia del paese: i sammarinesi preferiscono l’Italia quando si tratta di attività ricreative, pasti, consumi fuori casa, abbigliamento e calzature. Il reddito medio annuale è di 38.921,00€ calato del 7,8% sul 2016 e del 6,7% rispetto al 2015. Per quanto riguarda l’indebitamento, il 15,2% delle famiglie dice di aver contratto debiti per: acquisto immobili, auto, moto e sostentamento. C’è un dato però, che fa respirare la Repubblica, quello sulle case di proprietà: l’80,89% dei sammarinesi possiede una casa tutta sua rispetto al 72,9% degli italiani.

COMMENTS