UNAS sul Testo Unico: sanzioni e adempimenti insostenibili

Riunione di confronto per gli associati lunedì 17 ore 17 presso sede UNAS su cartello di cantiere e comunicazione intervento di manutenzione ordinaria

UNAS sul Testo Unico: sanzioni e adempimenti insostenibili

Gli Ordini Professionali sul Testo Unico: una norma di difficilissima applicazione
UNAS sulle pensioni: analisi degli scenari prospettati
Unas presenta il nuovo logo

San Marino. La legge 140/2017 nota come Testo Unico delle leggi urbanistiche ed edilizie, tra le tante problematiche applicative, sta dimostrando una totale assenza di rispetto per le piccole e medie imprese sammarinesi che operano nel comparto. Nella corposità di un testo ampio, una particolarità, apparente insignificante, sta mettendo in crisi tutti gli operatori del settore e tutti i committenti: comunicazione intervento di manutenzione ordinaria (CIM), previsto all’articolo 55 ed all’art. 100.

Infatti il primo prevede che “Le opere e gli interventi di manutenzione ordinaria sono soggetti alla presentazione di una comunicazione redatta su apposito modulo da presentarsi presso l’Ufficio per l’Edilizia” rinviando all’articolo 100 le tipologie che rientrano in questo …. PRATICAMENTE TUTTE e senza distinzione di dimensione.

La cosa poteva lasciare perplessi, ed UNAS, per fugare ogni dubbio ha prodotto un quesito specifico all’autorità preposta, ottenendo – purtroppo – la conferma che non sono previste esclusioni, pertanto anche i micro lavori risulterebbero soggetti a comunicazione preventiva, con tanto di marca da bollo … E possibile?

Sarà mai possibile che un IDRAULICO – un intervento di mera sostituzione di caldaia o montaggio di climatizzatore, che si consuma in 4/8 ore di lavoro debba fare comunicazione preventiva in carta da bollo?

Sarà mai possibile che un IMBIANCHINO debba fare comunicazione in carta da bollo, per la tinteggiatura di un ambiente interno? (tempo 1 giorno) e che sia sanzionabile per la scelta dei colori?

Sarà mai possibile che un ELETTRICISTA debba fare comunicazione in carta da bollo per il montaggio delle linee di fibra commissionate dallo Stato (sono un nuovo impianto)?

Sarà mai possibile che ARTIGIANO manutentore di INFISSI debba fare comunicazione preventiva per un intervento di mera sostituzione?

Sarà mai possibile che un GIARDINIERE debba fare comunicazione in carta da bollo per la sistemazione di un impianto di irrigazione o per la manutenzione di una rete di recinzione?

Sarà mai possibile che un CARTONGESSISTA debba fare comunicazione in carta da bollo per la realizzazione di un divisorio o una veletta decorativa?

Sarà mai possibile che in tutto questo non si tenga conto della dimensione del lavoro, solitamente calcolato in giorni uomo, per riportare il binomio norma/pratica in un contesto di buon senso?

Come artigiani desideriamo rispettare le leggi, ma vorremmo leggi rispettabili e rispettose dell’essere imprese regolariche producono economia, occupazione e ricchezza per il Paese

Come artigiani gridiamo la necessità della lotta al lavoro nero, abusivo e non regolare, quel lavoro che non sa cosa siano le marche da bollo ….

Richiesta già dal 19 luglio, è stata reiterata al Segretario al Territorio la necessità di avere un incontro urgente con una delegazione UNAS sui temi relativi alla comunicazione intervento di manutenzione ordinaria (CIM), per chiedere di correggere assurdità applicative che creano danni, sanzioni e perdite di tempo per le piccole e medie imprese sammarinesi. Speriamo …

COMMENTA L' ARTICOLO