“Un calcio per la pace” in udienza a Palazzo Begni

Il Segretario di Stato Nicola Renzi ha inteso sottolineare la validità del messaggio di dialogo e di pace e la concreta opportunità che la Repubblica offre ai ragazzi di incontrarsi per costruire una rete di relazioni

“Un calcio per la pace” in udienza a Palazzo Begni

La giornata della memoria il giorno dopo
Giornata per i diritti delle donne e la pace mondiale
Il 25 marzo, data di democrazia e pace

San Marino. Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi, ha accolto questo pomeriggio, a Palazzo Begni, la delegazione aderente al progetto “Un calcio per la pace”, a San Marino da qualche giorno, e che comprende, fra l’altro, 16 ragazzi provenienti dall’area israelo-palestinese e appartenenti alle tre principali religioni monoteiste.

Renzi ha ricevuto a colloquio il Rappresentante parlamentare arabo-israeliano al Knesset, Isawi Frej, che coordina l’iniziativa del progetto culturale, giunto alla sua terza edizione, e che trova in San Marino un luogo favorevole e neutrale affinché il processo di riconciliazione in atto in detta area possa trovare terreno fertile di dialogo e di confronto, sostenuto dallo sport.

Il parlamentare era accompagnato da Giorgio Gasperoni, nella sua qualità di Presidente della sezione sammarinese di “Universal Peace Federation”.

Incontrando i responsabili dell’iniziativa, il Segretario di Stato ha inteso sottolineare la validità del messaggio di dialogo e di pace e la concreta opportunità che la Repubblica offre ai ragazzi di incontrarsi per costruire una rete di relazioni.

Si è trattato di un incontro che ha consentito di mettere in luce valori e tratti distintivi dello spirito d’accoglienza e di solidarietà della Repubblica, che danno senso e compiutezza anche al ruolo svolto dal Paese in seno agli Organismi multilaterali.

COMMENTA L' ARTICOLO