Sessualità: gioco senza responsabilità o bellezza dell’amore?

Incontro con Emanuela Lulli per parlare dell’amore in maniera costruttiva e affascinante, come un bene di cui imparare ad essere responsabili

Sessualità: gioco senza responsabilità o bellezza dell’amore?

Giovani, lavoro e famiglia
Giornate di riflessione e preghiera per la politica
Diocesi: il primo maggio è ancora una provocazione?

San Marino. Sabato 13 gennaio, al Teatro S. Andrea di Serravalle, alle ore 17.00 si terrà l’incontro con la Dott.ssa Emanuela Lulli * ginecologa e bioeticista, per parlare con i giovani della Diocesi San Marino – Montefeltro di sessualità, metodi naturali, rispetto del corpo proprio e dell’altro e della sessualità vista e vissuta non come mera soddisfazione personale o curiosità giovanile quanto meraviglia dell’amore e del rapporto tra due persone.

Di fronte al dilagare di comportamenti inadeguati rispetto al bene dell’amore e della affettività, in presenza di un tipo di informazione (che è difficile chiamare «educazione») che non sembra sapere dare ragioni adeguate alla dimensione umana dell’amore e della trasmissione della vita, preoccupata spesso solo di indicare una varietà di metodi contraccettivi fino all’aborto come soluzione del problema di gravidanze indesiderate, ecco che ci proponiamo di incontrare chi sa parlare dell’amore in maniera costruttiva e affascinante, come un bene di cui imparare ad essere responsabili.

I giovani hanno bisogno di testimoni, non serve dare loro nozioni tecniche che sanno solo indicare precauzioni contro la maternità, incapaci di motivare un cammino umano che realizza la pienezza dell’umano nel dono di sé. «La sessualità è una componente fondamentale della personalità, un suo modo di essere, di manifestarsi, di comunicare con gli altri, di sentire, di esprimere e di vivere l’amore umano. La sessualità, orientata, elevata e integrata dall’amore, acquista vera qualità umana. Nel quadro dello sviluppo biologico e psichico, essa cresce armonicamente e si realizza in senso pieno solo con la conquista della maturità affettiva, che si manifesta nell’amore disinteressato e nella totale dedizione di sé.» (“Orientamenti educativi sull’amore umano”, a cura della Sacra Congregazione per l’Educazione cattolica – 1998)

L’incontro è patrocinato dalla Diocesi e dall’Ufficio della Pastorale giovanile

——————————

*Nata a Roma il 22 gennaio del 1963. È sposata e madre di 4 figli. Laureata alla Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” dell’Università Cattolica di Roma. Ha frequentato l’Istituto di Clinica Ostetrica e Ginecologica, ed in particolare il day hospital per la gravidanza a rischio, acquisendo particolare esperienza in ambito ecografico e di patologia infettiva in gravidanza. Specializzata in Ostetricia e Ginecologia dell’Università degli Studi di Chieti e diploma di perfezionamento in Bioetica presso l’Istituto di Bioetica dell’Università Cattolica di Roma. E’ socio fondatore della Associazione “Donum vitae”. E’ medico di Medicina Generale convenzionato con la Asl di Pesaro, ove svolge tuttora attività professionale nella forma della Medicina di Gruppo. Ha conseguito il diploma di insegnante e di formatore del Metodo Billings. Socio Fondatore della A.Ma.M.B. (Associazione Marchigiana Metodo Billings), che promuove la Scuola di Formazione per insegnanti del Metodo dell’Ovulazione. Da marzo 2009 è Coordinatore Regionale per le Marche del WOOMB Italia, su delega del Centro Studi e Ricerche per la Regolazione Naturale della Fertilità presso l’UCSC. Da oltre vent’anni impegnata in attività di promozione dell’educazione della sessualità nell’ambito di progetti riguardanti scuole elementari, medie inferiori e superiori, nonché nell’ambito della comunità diocesana di Pesaro, con incontri promossi a favore di gruppi di adolescenti e giovani nelle realtà parrocchiali, associative e di movimenti ecclesiali. Nel 2005 ha fatto parte del Comitato Scienza&Vita per la legge 40, partecipando alla campagna promozionale come testimonial. Socio fondatore della Associazione Scienza&Vita. Collabora abitualmente con il Centro di Aiuto alla Vita di Pesaro, con la casa di accoglienza “Casa Fiducia” di Pesaro per l’accoglienza di ragazze madri.  

Diocesi di San Marino-Montefeltro

COMMENTS