FSGC-UniRSM: insieme per la nuova immagine dalla Federcalcio

L’obiettivo è tracciare un minimo comune denominatore che possa poi essere sviluppato e declinato in tutto quello che si sostanzia nell’immagine e nella comunicazione visiva della federazione

FSGC-UniRSM: insieme per la nuova immagine dalla Federcalcio

Il Pdcs sulla sanità e l’emergenza medici
beBOPP, BOlogna Pocket Park: un progetto per paesaggi resilienti
San Marino argomento di una conferenza all’Università di Lione

San Marino. Inaugurata in mattinata un’altra collaborazione tra la Federcalcio sammarinese ed una delle grandi eccellenze presenti sul territorio, con le quali la FSGC intende portare avanti e condividere il proprio processo di crescita e rinnovamento – non solo di campo – avviato da qualche mese a questa parte.
Insieme all’Università degli Studi di San Marino ed a 23 studenti che hanno scelto il percorso offerto dal corso di laurea in design, la Federcalcio si trova al centro di uno dei workshop che coinvolgeranno sei gruppi di lavoro – coordinati dal designer Thomas Kronbichler, dello Studio Mut –. Una settimana intera nella quale il focus sarà orientato sulla nuova corporate identity della Federazione Sammarinese Giuoco Calcio, con l’obiettivo di individuare un filo conduttore ed un linguaggio visivo codificato, univoco ed – in buona sostanza – unico. Oggetto del workshop sarà l’impostazione del manuale di identità visiva che includerà i tre nuovi loghi delle competizioni (Campionato Sammarinese, Coppa Titano e Supercoppa Sammarinese) e le linee guida per l’applicazione delle future logiche comunicative istituzionali e quelle rivolte agli interlocutori esterni, attraverso i media. Un progetto visivo che sarà declinato anche nella vestizione della struttura perimetrale del San Marino Stadium.
Nella giornata di oggi la Federcalcio – attraverso una presentazione storica ed istituzionale a cura del Presidente Marco Tura – si è rivolta agli studenti, collocando nello spazio e nel tempo una delle più piccole Federazioni delle decine affiliate a FIFA e UEFA, ponendo l’accento sulle peculiarità della stessa, nonché sulle medesime possibilità e molteplici attività che rilevano tante assonanze con Federcalcio ben più strutturate e dalle dimensioni infinitamente maggiori.
Entrando nello specifico del progetto, Michele Raschi – rappresentante il Dipartimento Organizzazione della FSGC – ha esposto ai corsisti e sottoposto all’attenzione di responsabili e tutor la strumentazione ad oggi a disposizione della Federcalcio, attraverso la quale si sostanzia la corporate identità della stessa. L’obiettivo è – da un mare magnum di strumenti, spesso e volentieri “costruiti” seguendo la necessità del momento – tracciare un minimo comune denominatore che possa poi essere sviluppato e declinato in tutto quello che si sostanzia nell’immagine e nella comunicazione visiva della FSGC (biglietti da visita, clipboard, layout per siti web…), riservando spazio al legame identitario che stringe la Federcalcio di San Marino attorno al suo territorio, ai suoi concittadini e alle sue specificità uniche.
Gli studenti sono già al lavoro, coordinati dal designer Thomas Kronbichler – dello Studio Mut – ed affronteranno una prima fase di ricerca di simboli e comunicazione visiva nell’ambito dello sport ed in particolare del calcio. Domani pomeriggio prenderanno poi visione diretta del San Marino Stadium, al fine di comprenderne gli spazi e la dimensione della vestizione perimetrale dello stesso. Le varie proposte che verranno elaborate dai partecipanti in questa settimana saranno poi esposte e presentate in occasione di un evento nel quale sarà illustrata la nuova stagione calcistica sammarinese, ricca di novità dal punto di vista strutturale e non solo.
FSGC

COMMENTA L' ARTICOLO