San Marino Green Party: aperitivi a tema sostenibilità

Presentato oggi il calendario del San Marino Green Party “Dire, fare, mangiare…”: quattro serate dedicate alla scoperta del vivere consapevole e di turismo sostenibile

San Marino Green Party: aperitivi a tema sostenibilità

I Trejolie speaker e presentatori di TEDxCittàdiSanMarino
Un concerto contro l’uso dei bambini soldato
Insieme con la Genga, sul percorso della memoria

San Marino “si fa in quattro” per parlare di sostenibilità: 4 appuntamenti, 4 tematiche green, 4 ristoranti e 4 chef. Sono infatti 4 gli aperitivi del San Marino Green Party, eventi che nei mesi di ottobre e novembre si svolgeranno a San Marino.
Primo appuntamento lunedì 29 ottobre al ristorante LA TERRAZZA, parlando di energie rinnovabili con il giornalista Giampiero Valenza deliziati dalle prelibatezze dello chef Giuseppe De Padova.
Si passa poi al 5 novembre con la data dell’ OSTERIA LA TAVERNA di chef Sartini dove Fabio Fiori, biologo marino, scrittore e navigatore parlerà di plastiche e microplastiche. Tratterà l’importante tema degli sprechi alimentari Antonio Kaulard, economista ambientale, durante l’apericena che chef Giovanni Tedeschi preparerà lunedì 12 novembre alla HOSTARIA DA LINO.
A chiudere il poker di serate sarà lo chef Graziano Canarezza dell’HOTEL CESARE che lunedì 19 novembre ospiterà la serata in cui l’architetto Lara Caldarelli parlerà di Bio Edilizia.
“Davanti ad una tavola apparecchiata e in un clima conviviale si parlerà in maniera simpatica di sostenibilità, uso consapevole delle risorse e riciclo” spiega così la filosofia dell’evento il suo ideatore, Gabriele Geminiani. “Il progetto nasce dall’unione di un pull di operatori sammarinesi con l’intento di creare consapevolezza nell’utilizzo delle risorse: idriche, elettriche, ambientali, turistiche….“ gli fa eco Luciano Zanotti, presidente AER.sm (associazione energie rinnovabili) “perché la nostra Repubblica ha notevoli potenzialità, alcune già attive, altre in potenza e da sviluppare. Il nostro obiettivo è quello di trasformare il Centro Storico in una miniera utile allo sviluppo sostenibile del Paese”. “Questa è una di quelle iniziative che, nel lungo periodo, può incidere in maniera positiva ed importante sul comportamento e sull’approccio che, persone ed operatori economici, devono avere nei confronti di temi quali ambiente e sostenibilità” così interviene Antonio Kaulard.
Sulle opportunità di sviluppo del settore, sia a livello culturale che economico, si è espresso anche il Segretario per il Territorio, l’Ambiente e il Turismo, Augusto Michelotti “la sostenibilità non è solo una tendenza o un fattore ecologico, deve essere un valore sociologico e culturale, un dovere oltre che uno degli obiettivi strategici del nostro paese. Sono colpito perché finalmente ci stiamo accorgendo che dobbiamo aiutare il nostro pianeta, dobbiamo ricominciare dalle piccole cose e dobbiamo fare in modo che le persone si rendano conto di quanto sia importante affrontare questi temi”.
Il San Marino Green ha in cantiere un secondo progetto, un Festival dedicato al turismo sostenibile, alla mobilità elettrica ed all’economia circolare. Ma se ne saprà di più solo nel nuovo anno, per il momento l’attenzione è tutta dedicata a questi 4 appuntamenti.

COMMENTS