Costretti a rimuovere i contenitori per i rifiuti dal parco Ausa

L’intervento predisposto dalla Giunta non sembra aver sortito l'effetto sperato ed anzi il tutto si è tradotto in un maggior degrado dell'area e uno scarso e più avvilente senso civico della cittadinanza. Il tutto acuito dal disservizio

Costretti a rimuovere i contenitori per i rifiuti dal parco Ausa

La Giunta di Chiesanuova ricorda il dott. Roberto Valducci
Serravalle – Sulmona sulla strada del gemellaggio
Gea Gasperoni e i suoi “Angoli di Borgo”

San Marino. Visto il perdurare della situazione di disagio e l’impossibilità di gestire in modo ottimale la raccolta dei rifiuti del parco Ausa di Dogana, la Giunta di Castello di Serravalle ha deciso di sospendere tale servizio e rimuovere i bidoni dalle zone di loro ubicazione. Tale decisione nasce dalla constatazione che lo sforzo sostenuto dalla Giunta di Serravalle per l’acquisto e il posizionamento dei medesimi allo scopo di rendere graduale l’approccio al nuovo tipo di raccolta (che prevede il posizionamento dei contenitori nelle principali zone di ingresso del parco, ma non più al suo interno) sia risultato vano. Al momento tale risoluzione non sembra aver sortito l’effetto sperato ed anzi il tutto si è tradotto in un maggior degrado dell’area e uno scarso e più avvilente senso civico della cittadinanza, molto restia ad una reale collaborazione operativa per il mantenimento del decoro del parco, ma spesso pronta ad una sterile critica mediatica nei confronti della Giunta stessa, rea di essere a loro avviso la principale responsabile della situazione creatasi . Si ricorda ai cittadini per correttezza di informazione, che l’introduzione di questo nuovo tipo di raccolta è il frutto delle considerazioni dell’Ufficio di Igiene urbana e degli uffici e Segreterie competenti, convinte che tale approccio potesse generare una maggior efficienza del sistema di raccolta e conseguentemente potesse abituare i cittadini ad una nuova e più moderna procedura. Il constatare con rammarico che il tentativo della Giunta di rendere tale adattamento più graduale e fisiologico con il proprio intervento si sia di fatto tramutato in un disservizio e acuito il malumore della cittadinanza rispetto a tale operazione, è stato il motivo principale che ha determinato questa nostra decisione. Siamo dispiaciuti di essere dovuti così drasticamente intervenire, ma la situazione attuale, ci ha imposto questa riflessione; ovviamente siamo pronti a rivalutare la stessa e concordare nuovi interventi, nel momento in cui saremo certi che tale volontà nasca realmente da una condivisione e da un atteggiamento più civico, maturo e responsabile che ognuno di noi in quanto cittadino deve sapere garantire, tutelare e proteggere per la comune vivibilità del nostro contesto urbano. Rimaniamo ovviamente disponibili per ogni segnalazione in merito, ma rimandiamo i cittadini per ogni ulteriore spiegazione o richiesta all’Ufficio di competenza (Ufficio Igiene urbana) ed alla Segreteria di riferimento (Cultura perché avente delega ).
Il Capitano e la Giunta di Serravalle

COMMENTS