Judo: all’Acquaviva Hall, il Torneo Roberto Hatfull

Gara a squadre miste di Judo, sull’onda di ciò che avverrà a Tokyo 2000

Judo: all’Acquaviva Hall, il Torneo Roberto Hatfull

“JU-DO La via della Flessibilità” alla Biblioteca di Stato
Judo: 5° Torneo Internazionale Femminile della RSM
2° Trofeo a squadre miste di judo “Roberto Hatfull”

San Marino. Sabato 15 settembre, dalle ore 15, si disputerà una gara a squadre miste di Judo, sull’onda di ciò che avverrà a Tokyo 2000. Tre uomini e tre donne, di diversa categoria di peso e d’età, formeranno le squadre che rappresenteranno San Marino e le regioni Marche ed Emilia-Romagna, con possibilità di accedere a prestiti di atleti anche da club di diverse regioni. Sarà in uso il car system che come il Var calcistico sarà in grado di correggere eventuali decisioni errate da parte dell’arbitro di campo.

La gara sarà dedicata alla memoria del Maestro Roberto Hatfull che ha guidato il Judo Club San Marino da metà anni ’90 al 2009 lanciando nel Judo tanti atleti, tecnici e dirigenti. Un grande Motivatore di cui ogni sport avrebbe bisogno.

Ad un anno dalla morte San Marino e gli amici di Judo del circondario riminese, organizzeranno una serie di eventi in suo onore, per non dimenticare il suo attaccamento allo sport, ai bambini, ai ragazzi. Era un grande affabulatore raccontando dell’altra sua passione, l’aeronautica, con grande trasporto ma sempre con la sua ironia che poteva uccidere qualsiasi esagerazione, qualsiasi “ismo”. Racconti e storie che potevano sembrare inverosimili, “bombe” che si dicono negli spogliatoi o nelle cene sociali. Poi ti accorgi che è tutto vero, che Roberto era stato realmente un pilota di aerei da combattimento, caccia, diventandone anche istruttore e potendo vantare 5.000 ore di volo.

Ma ciò che nessuno dimenticherà sarà la sua espressione fintamente burbera e la sua leggerezza con la quale sapeva fissare cose importanti, coinvolgendo gli allievi di ogni età. Da questa edizione la gara a squadre miste si chiamerà “Torneo Maestro Roberto Hatfull”.

COMMENTS