Il Congresso dà il via ai bandi di concorso per il reperimento di medici

Sempre sul fronte sanitario, la copertura assicurativa per gli operatori sanitari e lo studio sull’ICEE

Il Congresso dà il via ai bandi di concorso per il reperimento di medici

Lo Stato parte civile nel processo contro Gabriele Gatti e Clelio Galassi
Vogliamo fare davvero quello che abbiamo scritto!
Congresso di Stato su promozione turistica e gestione dei rifiuti

San Marino. Tra una sessione e l’altra del Consiglio, si è riunito stamane il Congresso di Stato. Molti i temi d’attualità sul tavolo, presieduto come sempre dalla Reggenza. Innanzi tutto, il decreto legge d’urgenza per il differimento di alcuni termini previsti dalla legge 137 del 2017 sulla responsabilità dei medici e legati alla copertura assicurativa dei professionisti. L’impossibilità da parte delle compagnie di assicurazioni di mettere a disposizione polizze adeguate entro lo scorso 31 gennaio, come disposto dalla legge, ha infatti reso necessario differire i termini al 31 dicembre 2018.

Altro tema sanitario sempre di grande attualità, la carenza dei medi. Così, il Congresso di Stato attua quanto previsto dalla legge di bilancio e dà il via all’apertura di bandi di concorso internazionali mirati al reperimento di medici. In deroga alla normativa generale e in casi eccezionali, potranno accedere ai bandi anche cittadini non residenti. L’auspicio del titolare alla Sanità è che  con questo atto s possa dare una risposta esauriente ad un problema che sta diventando cronico.

Infine, è stato illustrato ufficialmente all’Esecutivo lo studio elaborato dall’apposito gruppo di lavoro sull’ICEE, l’Indicatore della Condizione Economica per l’Equità, che ha coinvolto cinque Segreterie di Stato con il supporto dell’Ufficio di Programmazione Economica e di esperti italiani. Su questo fronte, si dovrà aprire prossimamente il confronto allargato alle parti sociali ed economiche.

COMMENTS