Commissione interni sulla convenzione di Istanbul e la violenza di genere

Dibattito acceso anche sulla settimana corta a scuola, sulla scorta di due lettere inviate dai firmatari dell’istanza d’arengo

Commissione interni sulla convenzione di Istanbul e la violenza di genere

Per le donne, la Convenzione di Istanbul
San Marino si adegua alla Convenzione di Istanbul
In Consiglio il progetto “San Marino bio”

San Marino. Con l’approvazione all’unanimità del Progetto di legge relativo al differimento del termine di delega della legge “Norme di adeguamento alla Convenzione di Istanbul” si concludono i lavori odierni della commissione consiliare Affari Interni riunita nel pomeriggio a Palazzo Pubblico. Margherita Amici, Rf, viene designata relatore unico del provvedimento. Il testo presentato, come spiega il segretario di Stato Franco Santi, riguarda non solo il differimento della delega al 31 maggio, ma anche diversi emendamenti richiesti dal Tribunale unico per superare alcune difficoltà applicative della norma approvata nel 2016, relative alla procedura penale.

Al centro del dibattito a inizio seduta, in comma Comunicazioni, due temi legati alla scuola. Il Presidente Mimma Zavoli, C10, porta infatti all’attenzione dell’Aula due lettere inviate dai firmatari delle istanze d’Arengo sulla “settimana corta” e sul riconoscimento del servizio didattico fuori territorio, volte alla richiesta di incontri congiunti con la Segreteria di Stato competente per approfondire le due proposte. Il segretario di Stato per l’Istruzione, Marco Podeschi, spiega in Aula che il Dipartimento Istruzione e gli stessi dirigenti delle scuole e ordini coinvolti sono già al lavoro per approfondire entrambe le tematiche. In particolare, Podeschi sottolinea all’Aula la necessità di rispettare l’autonomia scolastica e degli organi interni alla scuola (di docenti e genitori). Prima di ogni considerazione, la Segreteria di Stato attende quindi la valutazione delle istituzioni scolastiche.  Si passa quindi ai commi successivi: il comma 2 “mozione su potenziali conflitti di interesse di un Sindaco di Governo”, presentato da Rete, viene rinviato per assenza dei commissari del movimento.  La parola passa quindi ai segretari di Stato Guerrino Zanotti e Marco Podeschi che riferiscono sui provvedimenti presi a seguito dell’approvazione di due istanze d’Arengo. In dettaglio, Zanotti riferisce sulle iniziative in favore di un riordino delle fonti del diritto sammarinese (tra cui l’inserimento di un borsista che si occupi in particolare dei testi coordinati presso l’Avvocatura di Stato), Podeschi sulle iniziative in favore della “fruibilità delle decorazioni e i simboli sul muro esterno della Chiesa di San Francesco”. Infine, la Commissione passa ad esaminare progetto di legge presentato dal segretario di Stato Franco Santi, che interviene sulla legge relativa alla violenza di genere: il testo viene velocemente esaminato e approvato con il favore unanime dei commissari.

SMNA

 

COMMENTS