Il Congresso di Stato valuta le società per la redazione del Piano di Stabilità

L’esecutivo sta lavorando anche per la spending review e per semplificazione normativa

Il Congresso di Stato valuta le società per la redazione del Piano di Stabilità

Il Congresso dà il via ai bandi di concorso per il reperimento di medici
Congresso di Stato: emanati i decreti per l’accorpamento di Asset
La “manovra” del governo vara il primo scudo fiscale sammarinese

San Marino. Ci sono tre società in lizza per aggiudicarsi la consulenza per la redazione del Piano di stabilità. Ne dà notizia il tg serale su Rtv. Si tratta dell’americana Oliver Wyman. Sede a New York, oltre 60 uffici e più 4000 esperti in America, Europa e Asia, ha lavorato in tante situazioni di crisi, dal Portogallo all’Irlanda fino alla Grecia e alla Spagna, che ha affiancato nelle trattative con l’Unione Europea. In lizza anche la Boston Consulting, multinazionale statunitense con 85 uffici in 48 paesi, che ha elaborato il piano industriale di Carisp durante la presidenza Romito e la Ria Grant Thornton, presente in più di 130 Paesi e con oltre 40.000 professionisti.

Ma è la Oliver Wyman in cima alla lista delle preferenze del Congresso di Stato, che affiancherà degli esperti locali agli esperti internazionali. Nonostante l’importanza del nome, c’è però molto scetticismo su questa scelta, anche perché nel recente passato si sono sperimentate società del calibro di Ambrosetti e McKinsey, entrambe profumatamente pagate, ma senza aver lasciato risultati apprezzabili. Anzi, praticamente nulli.

In giornata, il Congresso di Stato  è stato impegnato anche in una serie di incontri, fra cui quello con il gruppo di lavoro sulla spending review per un ragionamento concreto su azioni future. Un passaggio importante in vista delle scadenze: gli interventi per la revisione della spesa pubblica saranno infatti parte integrante del piano di stabilità nazionale che verrà presentato a politica, sindacati e categorie economiche dal 31 marzo. Il Congresso ha anche incontrato una delegazione dell’agenzia per lo sviluppo digitale che ha relazionato in merito alla definizione dell’agenda digitale.

Un altro passaggio importante è quello della semplificazione normativa. In questo caso, anche in risposta ad una istanza d’arengo approvata, la Segreteria Interni organizzerà uno stage formativo per la ricognizione valutativa finalizzata alla redazione di testi unici.

COMMENTA L' ARTICOLO