Revoca dell’incarico di ambasciatore UNESCO per Paolo Rondelli

La delibera del Congresso di Stato del 5 dicembre scorso

Revoca dell’incarico di ambasciatore UNESCO per Paolo Rondelli

PS, PSD e SSD in memoria dell’ambasciatore Guido Bellati Ceccoli
L’ambasciatore d’Italia a San Marino in visita a Coriano
“Sarajevo capitale d’Europa” arriva a Bologna

San Marino. Ambasciatori che vanno. Ambasciatori che vengono. Paolo Rondelli è uno di quelli che vanno. Prima gli è stata revocata la carica di ambasciatore presso gli Stati Uniti, conferitagli nel maggio 2007, poi quella presso l’Unesco, conferitagli nel 2016. Ecco la delibera del Congresso di Stato che formalizza la decisione del governo.

5 DICEMBRE 2018/1718 d.F.R. Delibera n.3 Pratica n.1.3.1 – 588/2018/XXIX Oggetto: Cessazione dell’incarico dell’Ing. Paolo Rondelli quale Ambasciatore, Delegato Permanente della Repubblica di San Marino presso l’UNESCO.

 IL CONGRESSO DI STATO sentito il riferimento del Segretario di Stato per gli Affari Esteri; vista la propria precedente delibera n. 12 del 10 agosto 2016; delibera la cessazione dell’incarico dell’Ing. Paolo Rondelli quale Ambasciatore, Delegato Permanente della Repubblica di San Marino presso l’UNESCO, esprime all’Ing. Paolo Rondelli un sentito ringraziamento per l’attività svolta nel corso del mandato. Manda al Segretario di Stato relatore e al Dipartimento Affari Esteri per gli adempimenti di rispettiva competenza. La cessazione dell’incarico diventerà effettiva in seguito alla presa d’atto della presente delibera da parte della competente Commissione Consiliare Permanente e conformemente a quanto previsto dalla Convenzione fra la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri e l’Ing. Rondelli sottoscritta il 6 ottobre 2016.

COMMENTS