Pediatria, genitori preoccupati per mancanza di medici

Un gruppo di genitori scrive una lettera per fare luce sulla recente riorganizzazione del servizio. L'assistenza è garantita, assicura il primario Nicola Romeo

Pediatria, genitori preoccupati per mancanza di medici

Incontri sulle vaccinazioni
Riorganizzazione del servizio di pediatria: orari ridotti
Da lunedì al via la riorganizzazione dei servizi di Pediatria

San Marino. I genitori scrivono una lettera pubblica in cui focalizzano i problemi del servizio di pediatria, anche alla luce della recente riorganizzazione degli orari. Cominciano da uno degli ultimi episodi che hanno interessato il reparto di pediatria: le dimissioni della dottoressa Elisa Giacomoni. Un fatto che ha riaperto una ferita mai del tutto sanata, quella della carenza di pediatri all’ospedale di Stato. Il riferimento alle dimissioni del medico è contenuto in una lettera firmata da mamme e papà che sarà consegnata al Comitato esecutivo ISS insieme a una raccolta firme.
I genitori si dicono disorientati e preoccupati e chiedono certezze dopo che, nel reparto, le attività sono state temporaneamente riorganizzate per mancanza di personale. L’ambulatorio per le urgenze pediatriche sta lavorando dal lunedì al sabato, ma per mezza giornata, e sono stati sospesi i bilanci di salute per i bambini di età superiore ai 2 anni.
Alla base della mancanza di personale c’è una difficoltà del sistema sanitario di attrarre medici, sul fronte contrattuale e previdenziale, unito a una scarsità generale di pediatri, tanto a San Marino quanto in Italia.
All’ISS si sta lavorando per cercare nuovi professionisti. Mentre si attende la riorganizzazione, il primario Nicola Romeo, in un’intervista alla tivù di Stato, riconosce le difficoltà ma specifica che, ad oggi, l’assistenza ai piccoli è garantita. Non è escluso che, a breve, sul fronte medici, possano arrivare buone notizie.

 

COMMENTA L' ARTICOLO