Sanità: firmato a Roma il Piano d’Azione tra Italia e San Marino

Si tratta di un accordo molto importante che si inserisce nel solco degli ottimi rapporti tra i due paesi e che vede sempre di più San Marino far parte di una rete di collaborazioni

Sanità: firmato a Roma il Piano d’Azione tra Italia e San Marino

Il PDCS plaude al Protocollo Operativo Sanità
L’associazione San Marino – Italia ricorda Augusto Mengozzi
Sanità: incontri a livello bilaterale

È stato firmato oggi a Roma il Piano d’Azione tra la Repubblica di San Marino e il Ministero della Salute. Si tratta di un accordo molto importante che si inserisce nel solco degli ottimi rapporti tra i due paesi e che vede sempre di più San Marino far parte di una rete di collaborazioni in ambito sanitario e socio-sanitario che rappresenta un valore aggiunto per tutte le realtà che ne fanno parte.

Il Piano d’Azione prevede espressamente che sia portata avanti la “collaborazione nelle tematiche indicate all’articolo I del Memorandum d’Intesa” tra Italia e San Marino che riguarda la:
· programmazione sanitaria, modelli di cooperazione sanitaria di base, specialistica e di eccellenza, accreditamento istituzionale, cooperazione regionale e servizi sanitari informativi integrati, sicurezza delle cure e gestione del rischio;
· sanità pubblica, malattie infettive e cronico degenerative;
· sangue ed emoderivati, cellule, organi e tessuti;
· medicinali e materie prime farmaceutiche, dispositivi medici, cosmetici e biocidi;
· per gruppi specifici di popolazione di cui al Regolamento (UE) 609/2013, alimenti addizionati di vitamine, minerali e talune altre sostanze di, cui al Regolamento (CE) 1925/2006, integratori alimentari di cui alla Direttiva 2002/46/CE
· ricerca scientifica, sperimentazione clinica in ambito europeo;
· riconoscimento dei titoli di studio, previo recepimento dell’acquis comunitario;
· supporto alla realizzazione di un sistema di Formazione continua in medicina della Repubblica di San Marino.
Inoltre il Piano d’Azione prevede che sia rafforzata la collaborazione “nelle aree della promozione della salute, della prevenzione delle malattie croniche, della sanità pubblica veterinaria e della sicurezza alimentare con particolare riguardo ai settori del controllo degli alimenti, in accordo con le rispettive legislazioni delle Parti e, per quanto riguarda l’Italia, agli obblighi derivanti dalla sua appartenenza all’Unione Europea”. Prevista anche l’istituzione di tavoli tecnici congiunti per ogni tematica e che per San Marino coinvolgeranno l’Authority Sanitaria e l’Istituto per la Sicurezza Sociale.

A procedere con la firma sono stati il Direttore Generale ISS, Andrea Gualtieri per conto della Segreteria di Stato alla Sanità e la dott.ssa Gaetana Ferri, direttore generale della Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali del ministero della Salute. Il Piano d’Azione ha una validità di tre anni.

COMMENTA L' ARTICOLO