Asfalto e tecniche green: la stampa specializzata si interessa al Titano

La rivista “Strade e autostrade” dedica sei pagine alle tecniche utilizzate in Repubblica per la pavimentazione stradale effettuate da Aaslp e Università di San Marino

Asfalto e tecniche green: la stampa specializzata si interessa al Titano

Università: confermata la partnership con Lear Corporation
L’Università va a Reggio Emilia per illustrare il corso di laurea per geometri
Laboratorio teatrale: “Luoghi: testimonianze vive”

San Marino. Le tecniche ecosostenibili recentemente utilizzate per asfaltare alcune tratte stradali del Titano sono al centro di un articolo pubblicato sull’ultimo numero della rivista specializzata “Strade & Autostrade”, dal titolo “Conglomerati bituminosi – sperimentazione di riciclato a caldo in ambito urbano”. Si tratta di un servizio di sei pagine nel quale viene descritto il frutto della collaborazione che lega l’Azienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici (Aaslp) e l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, attualmente impegnati nell’impiego di tecniche ‘green’ nella manutenzione delle strade sammarinesi. A firmare il testo sono Massimo Ruggeri, ingegnere di base a Macerata, Matteo Casali, direttore Aaslp, Daniele Muratori, responsabile viabilità Aaslp, e Andrea Grilli, ricercatore del corso di laurea in Ingegneria Civile dell’Ateneo sammarinese.

Oltre a commentare i “risultati positivi” ottenuti finora con l’utilizzo di bitume riciclato e incorporato in particolari miscele, gli autori affermano che “al fine di un cambiamento progressivo e sicuro rivolto alla eco sostenibilità, la prossima stagione lavorativa vedrà la sperimentazione di una o più miscele a freddo da validare istruendo, curando e adeguando le maestranze coinvolte per far sì che tutta la filiera sia pronta per adoperare miscele non tradizionali in maniera sistematica e senza traumi né abbassamenti prestazionali”. Il Titano, in altri termini, sta percorrendo una strada rispettosa dell’ambiente mantenendo contemporaneamente gli standard qualitativi richiesti. “Un cambiamento sicuro e progressivo rivolto all’eco sostenibilità – si legge ancora nell’articolo, nel quale compaiono alcune immagini dei lavori effettuati in via Montalbo, San Marino Città – è possibile istruendo e coordinando tutte le realtà coinvolte dalla pianificazione al progetto, alla produzione, all’esecuzione, alla direzione lavori e al controllo qualità”.

COMMENTS