Asfalto e tecniche green: la stampa specializzata si interessa al Titano

La rivista “Strade e autostrade” dedica sei pagine alle tecniche utilizzate in Repubblica per la pavimentazione stradale effettuate da Aaslp e Università di San Marino

Asfalto e tecniche green: la stampa specializzata si interessa al Titano

Prof cercasi, scadono lunedì le candidature per i corsi di laurea dell’Università
Università: master in medicina geriatrica, aperte le pre-iscrizioni
Architettura e paesaggio nel libro di Luca Morganti

San Marino. Le tecniche ecosostenibili recentemente utilizzate per asfaltare alcune tratte stradali del Titano sono al centro di un articolo pubblicato sull’ultimo numero della rivista specializzata “Strade & Autostrade”, dal titolo “Conglomerati bituminosi – sperimentazione di riciclato a caldo in ambito urbano”. Si tratta di un servizio di sei pagine nel quale viene descritto il frutto della collaborazione che lega l’Azienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici (Aaslp) e l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, attualmente impegnati nell’impiego di tecniche ‘green’ nella manutenzione delle strade sammarinesi. A firmare il testo sono Massimo Ruggeri, ingegnere di base a Macerata, Matteo Casali, direttore Aaslp, Daniele Muratori, responsabile viabilità Aaslp, e Andrea Grilli, ricercatore del corso di laurea in Ingegneria Civile dell’Ateneo sammarinese.

Oltre a commentare i “risultati positivi” ottenuti finora con l’utilizzo di bitume riciclato e incorporato in particolari miscele, gli autori affermano che “al fine di un cambiamento progressivo e sicuro rivolto alla eco sostenibilità, la prossima stagione lavorativa vedrà la sperimentazione di una o più miscele a freddo da validare istruendo, curando e adeguando le maestranze coinvolte per far sì che tutta la filiera sia pronta per adoperare miscele non tradizionali in maniera sistematica e senza traumi né abbassamenti prestazionali”. Il Titano, in altri termini, sta percorrendo una strada rispettosa dell’ambiente mantenendo contemporaneamente gli standard qualitativi richiesti. “Un cambiamento sicuro e progressivo rivolto all’eco sostenibilità – si legge ancora nell’articolo, nel quale compaiono alcune immagini dei lavori effettuati in via Montalbo, San Marino Città – è possibile istruendo e coordinando tutte le realtà coinvolte dalla pianificazione al progetto, alla produzione, all’esecuzione, alla direzione lavori e al controllo qualità”.

COMMENTA L' ARTICOLO