Come appaiono gli insegnanti agli occhi dei cittadini?

Il Titano e la Grecia a confronto in una ricerca presentata all'Università di San Marino. Un'accademica dell'Ateneo greco di Thessaly in repubblica per approfondire lo studio

Come appaiono gli insegnanti agli occhi dei cittadini?

CSU: basta il timbro del cartellino per gli insegnanti
PSD e PS incontrano gli insegnanti sul decreto scuola
Tagliare gli insegnanti di educazione fisica non porta vantaggio pedagogico

San Marino. Come cambia l’immagine sociale degli insegnanti in Grecia e a San Marino? È una delle domande al centro della ricerca che verrà presentata sul Titano da Efrosyni-Alkisti Paraskevopoulou-Kollia, docente dell’Ateneo greco di Thessaly, nell’ambito delle attività internazionali che coinvolgono l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino in una serie di ‘scambi’ con altre istituzioni accademiche, interessando docenti e ricercatori. In agenda alle ore 15 di martedì 10 aprile nell’aula magna della sede universitaria di contrada Omerelli 20, nel centro storico del Titano, il seminario rappresenta il primo appuntamento di questo genere dopo l’approvazione del regolamento sui “Visiting Professors and Researchers” dell’Ateneo sammarinese, elaborato per assecondare la crescente vocazione internazionale dell’Università e le esigenze che derivano dalle relazioni con gli Atenei di altri Paesi.

“In Grecia un gran numero di insegnanti statali ha un’immagine sociale piuttosto bassa per ragioni che devono essere rintracciate nella struttura tradizionale della professione di insegnante greca, così come i cambiamenti socio-economici e il sindacalismo”, afferma la docente, che approfitterà del suo periodo sul Titano per incontrare e intervistare gli insegnanti sammarinesi di ogni ordine e grado. “Lo studio rappresenta una ricerca comparativa e gli obiettivi sono duplici: in primo luogo, scoprire la natura delle pratiche di lavoro degli insegnanti e, in secondo luogo, identificare il modo in cui si vedono”.

Il seminario si terrà in lingua inglese. L’ingresso è libero.

COMMENTS