8 marzo al Colore del Grano

0
196
Fattura Elettronica, semplice veloce ed economica

Si è svolto oggi un incontro che ha fatto della giornata dell’8 marzo un punto di partenza emblematico per riflettere sulla condizione della donna in generale, con un occhio particolare alla realtà delle donne disabili.

In questo senso il gesto – compiuto dalla Reggenza – di piantare un albero di mimosa è il simbolo della volontà di far nascere qualcosa che possa mettere radici e prosperare, attraverso progetti concreti volti all’attuazione dei diritti di tutte le persone disabili e delle donne disabili in particolare, le quali ancora oggi vivono una doppia discriminazione.

La giornata è iniziata con un momento di gruppo nel quale insieme ai ragazzi del Colore del Grano hanno partecipato la Reggenza, il Segretari di Stato Franco Santi e Marco Podeschi, i Segretari Particolari delle Segreterie di Stato agli Affari Esteri e al Turismo, i rappresentanti delle Associazioni che si occupano di disabilità e alcuni capigruppo consiliari.

È poi seguita la tavola rotonda moderata dalla giornalista Sara Bucci, composta dal Segretario Franco Santi, dal Direttore Generale ISS Andrea Gualtieri, dai Direttori ISS Maurizia Rolli e Sandro Pavesi, da Monica Michelotti (Authority pari opportunità) e Nancy Martinazzo (Commissione Pari Opportunità): il tema della disabilità e di quali azioni siano da mettere in campo per garantire a tutti la piena espressione dei propri diritti è stato centrale per tutti gli intervenuti.

Il Segretario Santi ha ribadito “importanza di una politica che possa dare dignità a tutte le persone, ma anche la felicità e un senso di benessere per quello che fanno giornalmente. Non solo diritti, che sono imprescindibili, ma vera dignità”. In questo senso, c’è ancora un importante gap culturale da colmare.

L’importanza di questi momenti di dialogo e analisi, anche fuori dai riflettori, è stata sottolineata anche dal Direttore Generale Andrea Gualtieri che intende iniziare subito progetti concreti nel socio-sanitario partendo da progetti che mettano la persona al centro.

Dello stesso avviso anche il Direttore Amministrativo Pavesi, per il quale è fondamentale un’attenzione ai servizi che possa rendere la sanità amica della cittadinanza: “questa è la sfida sfidante, che ci mette alla prova”.

La dottoressa Rolli è intervenuta ribadendo la necessità di “interventi che facilitino l’accesso ai servizi socio-sanitari da parte di tutti, anche con un sistema informativo che permetta di avere dei dati sulle varie categorie (donne, disabili, anziani…) per avviare politiche e progetti mirati”.

Infine gli interventi della Commissione Pari Opportunità e dell’Authority Pari Opportunità, che hanno ribadito che ancora lunga è la strada da compiere per giungere alla completa parità di genere: “ancora molti sono gli stereotipi in molti settori, sarebbe un sogno eliminare la festa della donna proprio per eliminare questi stereotipi”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here