L’Adunata degli Alpini fa tappa sul Titano

0
37
Fattura Elettronica, semplice veloce ed economica

La 93esima Adunata degli Alpini “Rimini-San Marino” si è aperta ufficialmente ieri in riva all’Adriatico e oggi le “penne nere” hanno invaso pacificamente la Repubblica di San Marino per una giornata ricca di eventi, momenti solenni ed emozionanti.

La prima Adunata della storia che coinvolge due Nazioni cade nell’anniversario dei 150 anni dalla nascita del Corpo degli Alpini e nei 100 anni dalla nascita della sezione bolognese-romagnola dell’ANA della quale hanno fatto parte anche tanti sammarinesi e che si è fatta promotrice del territorio.

Il programma di appuntamenti, che si è aperto ieri, è fitto e ricco di iniziative e comprende anche mostre, tornei, inaugurazioni e tante celebrazioni della storia degli Alpini.

Questa mattina alle 9 la Cerimonia dell’Alzabandiera in Piazza della Libertà a San Marino alla presenza delle autorità sammarinesi, dei Segretari di Stato Luca Beccari (Affari esteri), Teodoro Lonferini (Lavoro), Stefano Canti (Territorio e ambiente) e Marco Gatti (Finanze), delle forze dell’ordine e dei corpi sammarinesi e dei rappresentanti nazionali e delle sezioni dell’Associazione Nazionale Alpini che è stata seguita da una breve cerimonia presso l’Ara dei Volontari con deposizione di una corona.

Alle 9.30 a Palazzo Pubblico l’Udienza Ufficiale dei rappresentanti del Corpo degli Alpini guidati dal Comandante delle Truppe Alpine Ignazio Gamba e dal Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero, dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti Paolo Rondelli ed Oscar Mina.

Al termine dell’Udienza una lunga sfilata ha portato gli Alpini fino in Piazzale Kennedy dove è stato svelato un monumento ai volontari e una targa ricordo dei sammarinesi impegnati a fianco degli Alpini durante la prima guerra mondiale.

Alle 11 al Centro Congressi Kursaal l’incontro fra il Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini, il Consiglio Direttivo Nazionale, le Sezioni estere dell’ANA, le delegazioni IFMS “International Federation of Mountain Soldier” e i rappresentanti di alcuni corpi militari stranieri al quale hanno preso parte il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, per la Cooperazione Economica Internazionale e le Telecomunicazioni, Luca Beccari, il Comandante Truppe Alpine Gen. Ignazio Gamba, il Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini, Sebastiano Favero, il Sindaco di  Rimini Jamil Sadegholvaad, l’Assessore al bilancio, personale, patrimonio, riordino istituzionale, Paolo Calvani in rappresentanza della Regione Emilia Romagna, il Rappresentante ANA sezione emiliano romagnola, Vittorio Costa, il Segretario Generale Truppe Alpine, Renato Genovese, il Delegato ANA referente delegazioni estere sig. Gian Mario Gervasoni e il Rappresentante Nazionale IFMS, Mario Rumo.
Presente anche l’Ambasciatore d’Italia a San Marino, SE Sergio Mercuri.

Alle 13 proprio presso l’Ambasciata d’Italia è stata inaugurata la mostra “La Campana dei Caduti, il raduno degli Alpini a San Marino”.

Per allietare la tre giorni dell’Adunata alpina l’Ufficio del Turismo della Repubblica di San Marino insieme ad associazioni culturali e altre organizzazioni sammarinesi ha reso visitabile l’elettromotrice del trenino biancazzurro posizionata nella Galleria Montale ed ha organizzato le parate e gli spettacoli dalla Federazione Balestrieri Sammarinese, della Cerna dei Lunghi Archi, de La Corte di Olnano e la Compagnia dell’Istrice e de La Compagnia della Forca.

Questa sera alle 21 alla Basilica del Santo l’Adunata in Musica con esibizione dei cori alpini Coro Brigata Orobica e Coro Scuola Militare Alpini.