USL: “Riforma delle pensioni deve essere fatta”

0
17
Fattura Elettronica, semplice veloce ed economica

È ancora in atto il confronto sulla riforma previdenziale, nella settimana dopo il ferragosto si terranno incontro quotidiani e serrati: lo scopo della Segreteria alla Sanità è arrivare a presentare il testo di legge entro i primi di settembre.

Unione Sammarinese dei Lavoratori si è sempre seduta ai tavoli con disponibilità al confronto, tuttavia riteniamo che ancora sia lunga la strada da fare e che settembre sia una scadenza troppo ravvicinata.

Pur comprendendo il fatto che la riforma sia necessaria, riteniamo che si debba tener conto del tenore di vita dei pensionati che, indipendentemente da tutto, non posso essere considerati come dei numeri per far quadrare i fondi.

Bisogna trovare soluzioni che mirino al duplice concetto di sostenibilità, sia dal punto di vista economico che da quello delle tutele sociali, non trascurando tra l’altro i giusti elementi di welfare.

Prima di intervenire sulle pensioni, occorrerebbe strutturare servizi pubblici capaci di compensare quei costi che le nuove pensioni non potranno essere più in grado di sostenere completamente.

È necessario che il secondo pilastro sia realmente un elemento capace di integrare l’importo pensionistico, facendo in modo che dallo stipendio alla pensione non ci sia una differenza troppo marcata.

Riteniamo inoltre non sia assolutamente corretto che qualche lavoratore vada a versare nel primo pilastro più di quanto poi andrà effettivamente a percepire nella pensione.

Capiamo che gli incontri siano già in corso da diverso tempo, ma questo non può essere il pretesto per non approfondire ulteriormente, in ogni suo aspetto, una riforma che purtroppo impatterà su tutta la popolazione e sulle future generazioni.

Condividiamo il fatto che non si possa tergiversare, ma serve ancora del tempo per trovare il giusto equilibrio e mettere in campo, in un ottica di reale sostenibilità, la Riforma Previdenziale per tutti i cittadini.