PAM Prize Award 2021: il Segretario di Stato Roberto Ciavatta premiato all’evento internazionale

0
44

Riceviamo e pubblichiamo da Congresso di Stato:

Si è tenuta oggi pomeriggio a Roma, all’interno della Sala Capitolare del Senato della Repubblica italiana, la PAM PrizeCeremony 2021, promossa dall’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo. All’evento hanno preso parte numerosi rappresentanti dei 34 Paesi membri, tra cui i Ministri degli Interni della Repubblica italiana, Luciana Lamorgese, della Croazia, Grecia, Turchia, Malta e Montenegro, oltre che il Vice PrimoMinistro degli Emirati Arabi Uniti, lo Sceicco Saif Bin Zayed Al Nahyan.

L’Assemblea ha espresso il suo apprezzamento e la sua ammirazione a un certo numero di Stati e organizzazioni per i loro contributi in campi distinti, riconoscendoli come fonte di progresso per lo sviluppo delle regioni euromediterranee e del Golfo. In particolare sono stati selezionati i beneficiari nei settori della cooperazione e del dialogo tra le civiltà, dell’assistenza umanitaria/medica, della gestione delle migrazioni, del contrasto alla violenza domestica, della promozione della parità di genere, della risposta alle pandemie, della protezione dell’ambiente e dell’educazione.

Tra i paesi premiati dal Segretario Generale della PAM On. Sergio Piazzi anche la Repubblica di San Marino, nella figura del Segretario di Stato alla Sanità Roberto Ciavatta, per lo sviluppo di strumenti digitali volti a contrastare attivamente la violenza domestica e di genere. L’applicazione per smartphone Tecum, sviluppata dalla Segreteria in collaborazione con la web agency Mr.App Srl, ha infatti colpito i delegati dell’organismo internazionale, in particolare per la sua capacità di accelerare i tempi di intervento delle forze dell’ordine mantenendo allo stesso tempo la privacy delle vittime di violenza. Un’innovazione considerata ancora più utile in tempo di pandemia, dove a causa delle restrizioni imposte per limitare il contagio i casi di violenza domestica sono tragicamente aumentati.    

In apertura l’On. Gennaro Migliore, Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, ha ricordato il ruolo fondamentale che la PAM continuerà a svolgere per risolvere i conflitti esistenti e favorire il dialogo e la cooperazione tra i Paesi dell’area euromediterranea e del Golfo. Il Segretario Ciavatta, intervenuto dopo la consegna del premio, ha ringraziato cordialmente tutti i partecipanti e ricordato come la Repubblica di San Marino si fregerà dell’onore, a partire da sabato 20 novembre, di ospitare una sede della PAM nel suo territorio.

Particolarmente gradito è stato anche l’apprezzamento dell’Ambasciatore e Segretario Generale Sergio Piazzi, che ha ricordato come la Repubblica di San Marino e il suo parlamento abbiano recentemente approvato la normativa per l’affidamento di minori stranieri non accompagnati provenienti da zone di conflitto.  

Il Centro Studi della PAM sarà ubicato nel Villino Balsimelli e ospiterà fino a venti funzionari e ricercatori, andando a completare la rete di uffici diplomatici e di coordinamento dopo quelli di New York, Ginevra, Vienna, Napoli e Gerusalemme. Il Centro produrrà ricerche multidisciplinari di alto livello su temi come la sicurezza e la lotta al terrorismo, la cooperazione politica, l’integrazione socio-economica, la migrazione, il cambiamento climatico, i diritti umani e il dialogo interculturale.