CSU: presentazione del protocollo sul precariato ISS, sala Montelupo piena

0
13
Promuovi il tuo sito

Ora si attende di raggiungere in tempi brevi l’accordo definitivo che renderà esecutivi i contenuti del protocollo d’intesa

Grande partecipazione ha riscosso la serata di ieri di presentazione del protocollo d’intesa sulla stabilizzazione del precariato nell’ISS. I lavoratori precari dell’Istituto per la Sicurezza Sociale hanno riempito la sala Montelupo di Domagnano in tutti i posti resi disponibili in base alle norme anti-Covid.

I dirigenti delle Federazioni Pubblico Impiego di CSdL e CDLS hanno illustrato i contenuti del protocollo firmato con il Governo lo scorso 28 agosto, che ha – tra i punti più qualificanti – un meccanismo per evitare la formazione di nuovo precariato, e l’affermazione di condizioni di parità di trattamento tra tutti i lavoratori.

Interpretando le aspettative dei lavoratori coinvolti le Federazioni Pubblico Impiego CSU esprimono apprezzamento e soddisfazione per la definizione del protocollo d’intesa, che sancisce importanti obiettivi in termini di diritti dei lavoratori e di consolidamento delle prospettive occupazionali e al contempo rappresenta un concreto riconoscimento al personale precario dell”ISS di quanto fatto anche nei lunghi mesi dell’emergenza Covid-19.

Il documento prevede che tutti i dipendenti precari che abbiano un’anzianità di almeno 3 anni (pari a 1095 gg) al momento della sottoscrizione dell’accordo e che siano in servizio saranno assunti a tempo indeterminato, mentre quelli che avranno maturato almeno 2 anni di anzianità (pari a 730 gg) verranno collocati in “seconda fascia” e acquisiranno il diritto ad essere assunti a tempo indeterminato nel momento in cui raggiungeranno la soglia dei 1095 gg di servizio.

Ora attendiamo che venga definito e sottoscritto in tempi brevi l’accordo definitivo che renderà esecutivi i contenuti del protocollo d’intesa.

Le Federazioni sono a disposizione per fornire informazioni anche rispetto alle situazioni dei singoli lavoratori. Ci si può rivolgere a:

– Antonio Bacciocchi (FUPI-CSdL), tel. 0549 962017;

– Milena Frulli (FPI-CDLS), tel. 0549 962014.

c.s. FUPI-CSdL   FPI-CDLS

San Marino 8 settembre 2020/1720 d/F.R.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here