Aldo Moro, il professore

0
56
Fattura Elettronica, semplice veloce ed economica

San Marino. 39 anni fa, il 9 maggio del 1978, Aldo Moro, presidente della DC, veniva barbaramente ucciso dalle Brigate Rosse. Il triste evento, quest’anno, viene ricordato in molte città italiane ed europee con commovente partecipazione, anche perché, appena il 23 settembre scorso, si è celebrato a Maglie in Puglia, il centenario della nascita.

San Marino partecipa alla memoria di questo triste anniversario con un appuntamento dal taglio storico, culturale, sociale. Lunedì 8 maggio, ore 18, presso la sala Montelupo di Domagnano, verrà presentato infatti il libro di Giorgio Balzoni: “Aldo Moro, il professore”. La presentazione sarà curata dal professor Renato Di Nubila, dell’Università di Padova.

In questa opera, con attenta analisi e puntigliosa precisione, l’autore tratteggia non solo il profilo del suo professore, ma anche quello dell’uomo di governo con grande senso dello Stato, della “maieutica delle democrazia italiana”, del maestro di mediazione, come attività immanente alla politica democratica, come confronto–dialogo tra uomini di culture  diverse; come incontro tra principi etico-religiosi e saggio gradualismo democratico nelle soluzioni legislative. Moro fu anche uomo di partito come soggetto collettivo, quale strumento di partecipazione affidato ai cittadini; fu uomo di partito, ma mai solo al comando; semmai egli eccelleva nella forza mite della ragione e della persuasione. Il volume di Balzoni, con una scrittura facile e piacevole e con molti particolari inediti si addentra nella storia ancora “indefinita” del rapimento e dell’uccisione dell’uomo più rappresentativo della DC degli anni ’70. Ne viene fuori tutto il dramma di un uomo, di una famiglia, di un partito e dell’intero Paese. Sarà un incontro di profonda riflessione, che ancora investe l’esperienza politica dei Democratici Cristiani di ieri e di oggi, per meglio capire il senso dell’impegno politico che Moro proponeva a sé, ai suoi amici e a tutti i cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here