Moni Ovadia apre “Lo schermo sul leggio” con Il Conformista

0
33

San Marino. Domenica 11 novembre (ore 16.30) al Teatro Titano, primo appuntamento pomeridiano con  Lo schermo sul leggio Ciò che non hai mai visto in un libro e mai letto in un film, la rassegna ideata da Ivano Marescotti che mette in correlazione teatro, cinema e letteratura all’interno della Stagione Teatrale di San Marino Teatro. In scena  Il Conformista interpretato da Moni Ovadia e tratto dal romanzo di Alberto Moravia, abbinato alle immagini del film di Bernardo Bertolucci.

Il libro, considerato uno dei massimi testi dell’autore, si segnala soprattutto per l’accurata descrizione del panorama dell’Italia fascista ormai sull’orlo della seconda guerra mondiale e per l’interessante personaggio del protagonista diviso com’è tra inquietanti turbamenti infantili e agghiacciante visione della ragion di Stato.  Il romanzo, pubblicato nel 1951, è il ritratto di un personaggio e di un atteggiamento morale caratteristici del nostro tempo: il conformista e il conformismo. L’eroe contemporaneo, secondo Moravia, è l’uomo che vuole confondersi, essere uguale a tutti. Ma, in tutti i tempi, l’ingresso in società comporta un prezzo molto alto da pagare, soprattutto in termini di libertà individuale.

Bernardo Bertolucci ha tratto dal testo un capolavoro cinematografico che ha ottenuto una candidatura al Premio Oscar, ha vinto un premio ai David di Donatello, una candidatura ai Golden Globes. Con un cast d’eccezione, Jean-Louis Trintignant, Stefania Sandrelli, Dominique Sanda, Gastone Moschin, è una tragedia in bilico tra l’eleganza di Visconti e l’impegno politico di Petri, e rimarrà, nella storia del cinema italiano, europeo, mondiale, un capolavoro espressivo inimitabile, un tassello chiave nella filmografia di un grande regista oltre ad essere un’analisi accuratissima di alcune sensazioni e situazioni che gli esseri umani vivono sulla propria pelle oggi come durante il fascismo.

Salomone “Moni” Ovadia nato a Plovdiv in Bulgaria nel 1946, da una famiglia ebraico-sefardita. è una delle figure più stimate e poliedriche del teatro italiano. Dopo gli studi universitari e una laurea in scienze politiche ha dato avvio alla sua carriera d’artista come ricercatore, cantante e interprete di musica etnica e popolare di vari paesi. Nel 1984 ha iniziato il suo percorso di avvicinamento al teatro, prima in collaborazione con artisti della scena internazionale, come Bolek Polivka, Tadeusz Kantor, Franco Parenti, e poi, via via proponendo se stesso come ideatore, regista, attore e capocomico di un “teatro musicale” assolutamente peculiare, in cui le precedenti esperienze si innestano alla sua vena di straordinario intrattenitore, oratore e umorista.

Al termine della rappresentazione Francesco Zingrillo condurrà una breve conversazione con il protagonista,  a conclusione della quale gli spettatori poi potranno trasferirsi nel Ridotto del Teatro dove sarà  offerta una degustazione conviviale offerta da Titancoop.

Il biglietto ha un prezzo unico di € 15,00. Per i soci Titancoop € 13.00

I biglietti saranno in vendita da sabato 10 novembre presso il Teatro Titano  dalle ore 17 alle ore 20. Il  giorno stesso della rappresentazione dalle ore 12.30. Oppure sul sito www.sanmarinoteatro.sm o presso la Biglietteria del Cinema Concordia tutti i giorni dalle 21 alle 22.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here