Mattia Marzi eletto nuovo Segretario della Federazione Pubblico Impiego USL

0
18
rpt

Nei giorni scorsi il Consiglio direttivo USL e il Consiglio direttivo della Federazione Pubblico Impiego hanno deliberato il passaggio di Marzi Mattia alla guida della FPI USL al posto di Giorgia Giacomini eletta nel 2019 a Segretario Generale USL.

Marzi sarà affiancato dai Funzionari Alice Bonifazi e Mara Sammaritani; una squadra giovane, preparata e motivata che offrirà la propria professionalità al servizio dei lavoratori del Settore Pubblico Allargato e delle loro necessità.

L’obiettivo è quello di riaffermare il ruolo del dipendente pubblico nel Paese e diventare sempre più un punto di riferimento per i lavoratori.

“Tra gli argomenti prioritari sicuramente rientrano maggiori possibilità di conciliazione tra i tempi di vita e lavoro, un sensibile incremento delle sostituzioni di personale, l’eliminazione del precariato, la valorizzazione del merito ma soprattutto certezza delle regole” commenta il neo Segretario.  “Come già sostenuto dal Segretario Generale Giorgia Giacomini la contrattazione, collettiva e di comparto, deve tornare al centro; non rimarremo in silenzio di fronte ad atti/azioni unilaterali che, con la scusa della crisi economica, tentano di mettere in discussione i diritti conquistati con anni di lotte”.

Occorrerà infine favorire la creazione di un clima positivo e propositivo nelle strutture in cui operano i lavoratori Pubblici, coinvolgendo tutti i prestatori di lavoro, stimolandone l’interesse al lavoro e rendendoli partecipi degli obiettivi da perseguire, responsabilizzandoli e coordinandoli.

Essenziale è, dunque, il fattore del benessere sul luogo di lavoro, inteso sia in termini psicologici/emotivi come “clima” positivo in cui poter lavorare serenamente sia sul piano materiale cercando soluzioni logistiche decorose e funzionali, propedeutiche al miglioramento delle prestazioni di ognuno e rispondenti alle norme di sicurezza e igiene.

Siamo sicuri che solo così si potrà favorire il miglioramento delle competenze ed il senso di appartenenza alla PA, stimolando i dipendenti a quel rinnovamento richiesto da tutti migliorando i servizi all’utenza senza dover ricorrere a tagli unilaterali sulla spesa pubblica e sulle retribuzioni.

La FPI USL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here