Libera: rating Fitch BB+ e Outlook negativo. Nessuna fiducia nelle politiche del Governo

0
7
Promuovi il tuo sito

BB+ e Outlook negativo: nessuna fiducia nelle politiche del Governo

 

Nel corso della difficilissima e lunghissima crisi economica che sta vivendo la Repubblica ormai dal 2010, l’unica volta che il rating di Fitch ha rallentato la sua caduta, mantenendosi per alcuni mesi al di sopra del livello ‘spazzatura’, è stato quando la Segreteria alle Finanze, guidata da Eva Guidi, ha lanciato la proposta dell’unità nazionale per affrontare le riforme.

Era il 18 ottobre 2019 quando Fitch, superando ogni più rosea aspettativa, confermò il rating Tripla B per San Marino, nonostante fosse stata conclamata la crisi di banca Cis.

Il Tavolo Istituzionale, intorno al quale sedevano tutte le forze politiche, sindacali e imprenditoriali, dava il senso di un Paese unito e politicamente stabile, cioè capace di affrontare il complesso percorso delle riforme, mentre la tripla B consentiva di accedere ad un prestito internazionale fondamentale per avviare la ripresa economica.

Rotto quell’equilibrio e fallito quel tentativo, Fitch non ha più concesso deroghe ben sapendo che la discesa verso la doppia B non consente vie di scampo a chi deve rivolgersi ai mercati internazionali per chiedere finanziamenti. Ed infatti oggi i tassi di interesse per il debito pubblico di San Marino sono diventati proibitivi.

Prima il 10 di aprile 2020, poi l’11 ottobre, Fitch ha aumentato il livello del rischio per i debiti contratti dal nostro Paese, facendolo entrare prepotentemente nella fascia comunemente definita ‘spazzatura’.

La conferma della tendenza (Outlook) negativa indica come la previsione di un ulteriore peggioramento nella capacità di restituire eventuali prestiti venga valutata da Fitch molto probabile.

Rappresenta un mistero come l’attuale Segretario alle Finanze riesca a trovare ‘elementi positivi’ in questo drastico giudizio che Fitch ha affibbiato per ben due volte alla sua gestione, un mistero pari se non superiore per superficialità a quello con cui il Segretario alla Giustizia giudica incoraggianti i moniti del Consiglio d’Europa per la violazione dei diritti dell’uomo in tema di giustizia praticati negli ultimi mesi.

In poco tempo il governo ha gettato al vento anni di sacrifici che il Paese ha fatto per generare una nuova immagine internazionale che era stata compromessa dalle politiche spregiudicate in campo finanziario volute dai governi dominati da un altro Gatti.

Intanto il clima di restaurazione che si respira nel Paese non ha eguali e le conseguenze non potranno che essere disastrose in termini di perdita della sovranità e di svendita di quelle poche risorse che ancora esistono.

Una fra tutte, il territorio.

Per far cassa il Governo ha messo in atto il peggior stratagemma, regalando le aree e gli edifici più belli e pregiati del nostro Centro Storico a fantomatici investitori in cambio della costruzione di sontuosi alberghi che toglieranno ai sammarinesi e ai turisti, non sufficientemente ricchi, porzioni significative del territorio con colate di cemento del valore di 50 milioni di euro.

Noi di Libera faremo di tutto di tutto per impedirlo.

San Marino, 12 ottobre 2020

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here