Consiglio: un assestamento che supera gli 11 milioni

0
20

San Marino. L’assestamento di bilancio è il piatto forte della sessione del Consiglio Grande e Generale che si apre oggi, dopo ben dieci giorni già trascorsi sui banchi. E’ salito a 11 milioni e 554mila euro il deficit, in aumento – rispetto alla finanziaria 2018 – di quasi 9 milioni.
Il disavanzo è dunque aumentato, rispetto alle previsioni, ma con ogni probabilità – ha dichiarato il Segretario Celli – non ci saranno provvedimenti finalizzati al reperimento di risorse finanziarie per la liquidità dello Stato. Le considerazioni dell’opposizione saranno ben diverse, considerata l’operazione “Carisp – banca di Stato”.

Gli altri temi forti di questa seduta sono: la proroga della sanatoria edilizia e le Istanze d’Arengo. Considerato infatti che da aprile, quando sono state presente, ad oggi nessuna Istanza è stata discussa nessuna in Consiglio, e che l’esame delle richieste dei cittadini va per legge terminato entro il semestre reggenziale in cui sono state presentate, all’ordine del giorno dell’Aula ce ne sono quindi ben 18 sulle poco più di 20 presentate.

Ma vediamo più da vicino l’ordine del giorno. Da oggi e fino al 2 agosto, il Consiglio comincerà con il consueto comma comunicazione e alcune ratifiche. Di seguito, al comma 5, il Progetto di legge “Variazione al Bilancio di Previsione dello Stato per l’esercizio finanziario 2018 e modifiche alla Legge 21 dicembre 2017 n.147” (II lettura) e poi al comma 6 la Ratifica Decreto – Legge 13 giugno 2018 n.62 – Proroga dei termini per la presentazione della domanda di concessione edilizia in sanatoria straordinaria di cui al comma 1, dell’articolo 33, della Legge 7 agosto 2017 n.94, come modificato dal comma 5, dell’articolo 95 della Legge 21 dicembre 2017 n.147, ed adeguamento dei termini ad essa correlati.

Poi le Istanze d’Arengo. Ecco quelle che verranno discusse: Per l’introduzione di una deroga al Decreto Legge 27 maggio 2011 n.87 “Misure urgenti per l’incentivazione dell’occupazione di giovani studenti” per gli studenti minorenni dei corsi del Centro Formazione Professionale per estetica e acconciatura (Istanza n.1) – Per una modifica normativa al fine di una maggior attività di controllo verso tutte le attività esercitate in forma abusiva, specialmente all’interno di locali destinati ad abitazione (Istanza n.4) – Per l’introduzione di un nuovo metodo di definizione del reddito d’impresa individuale (imprenditore persona fisica), per evitare distorsioni contributive tra medesime attività esercitate con forma giuridica diversa (Istanza n.2) – Per la correzione applicativa dell’imposta complementare sui servizi di cui al Decreto Delegato n.17/2011 (Istanza n.8) – Perché vengano resi pubblici gli atti (anche scritture private non registrate) che definiscono le modalità di fusione, l’accorpamento delle attività e l’assorbimento dei debiti di Banca del Titano, Credito Sammarinese, Banca Commerciale Sammarinese, Euro Commercial Bank, Asset Banca (Istanza n.10) – Per la riformulazione del secondo comma dell’articolo 45 (Riordino della normativa in materia di tassa di circolazione dei veicoli) della Legge 21 dicembre 2017 n.147 in modo da prevedere che i mezzi muniti di certificato d’iscrizione ACS ultraventennali posti in circolazione paghino una tassa di circolazione forfettaria e ne siano esentati se non utilizzati (Istanza n.19) – Per la possibilità di reimmatricolare i veicoli privi di documenti (Istanza n.20) – Per l’abrogazione dell’articolo 31 della Legge n.15/1974 (assegni familiari per i lavoratori autonomi artigiani) e l’abrogazione dei relativi oneri contributivi pari al 5,6% del reddito dichiarato (Istanza n.5); per una modifica normativa al fine di annullare le distorsioni nel calcolo della diaria giornaliera per malattia (e maternità) degli artigiani (e delle artigiane) e lavoratori autonomi in genere (Istanza n.6); per una modifica normativa al fine di garantire una dignitosa diaria giornaliera per malattia (e maternità) degli artigiani, delle artigiane e dei lavoratori autonomi di genere (Istanza n.7) – Per una revisione e un aggiornamento delle disposizioni in materia di titoli di studio per l’accesso all’insegnamento della materia “Storia dell’arte” nelle scuole secondarie superiori (Istanza n.9) – Per una adeguamento del tariffario riguardante i rifiuti e l’elettricità (Istanza n.11) – Per l’inserimento della Laurea magistrale LM-78 “Scienze filosofiche” all’interno dei titoli di accesso validi per l’insegnamento di Italiano, Storia e Geografia nella scuola media inferiore e nel biennio della scuola secondaria superiore e di italiano nel triennio ad indirizzo economico (Istanza n.12) – Per la creazione dello sportello di ascolto presso le scuole medie inferiori e le scuole secondarie superiori (Istanza n.14) – Per un intervento, anche modesto, in via d’urgenza di conservazione e recupero della zona montana sita in Murata (in prossimità di Via del Serrone) – corrispondente all’area in cui sorgeva l’ex camping della Murata e la chiesetta di San Giuseppe e fino all’area adiacente il Ristorante Albergo Panoramic – al fine di renderla percorribile e frequentabile nel rispetto della sua conformazione originaria e naturalità (Istanza n.13) – Per la messa in sicurezza, con la costruzione di un marciapiede, il transito dei pedoni che percorrono i tratti di strada che collegano Viale J.F. Kennedy al Centro Storico di San Marino ed in particolare Via Giacomo Matteotti e Viale Pietro Franciosi (Istanza n.18) – Perché l’area archeologica di Montecerreto (zona archeologica di tipo A-Ara ai sensi dell’articolo 50 della Legge n.7/1992; manufatto archeologico e7 “ruderi di Montecerreto” ai sensi della Legge n.147/2005) sia resa fruibile e visitabile dal pubblico (Istanza n.22) – Per la possibilità per i membri di organi istituzionali di ottenere permessi lavorativi non retribuiti in occasione della partecipazione alle riunioni di detti organi (Istanza n.15).

Prima della conclusione dei lavori, al comma 8 è previsto l’esame in seconda lettura del Progetto di legge “Modifiche alla Legge 29 gennaio 1992 n.7 – Piano Regolatore Generale (PRG) – per attuazione di interventi rivolti alle imprese, finalizzati allo sviluppo economico ed occupazionale della Repubblica di San Marino”, infine al comma 9 la votazione dell’Ordine del Giorno presentato dal Gruppo Consiliare del PDCS per impegnare il Governo a riferire in apposito comma nella prossima sessione consiliare in merito alle richieste inoltrate dallo stesso al Fondo Monetario Internazionale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here