Mussoni e Lonfernini chiedono di posticipare Cda e assemblea soci Carisp

0
6

Ill.mo Presidente della Commissione Finanze Tony Margiotta

I sottoscritti Consiglieri PDCS, membri della Commissione Finanze,
estremamente preoccupati su quanto ancora sta emergendo dalle attività del Tribunale di San Marino rispetto alle vicende in Banca Centrale della Repubblica di San Marino e Cassa di Risparmio anche apparse sugli organi di informazione,
considerato che il Consiglio di Amministrazione di Carisp è stato fissato nella giornata di oggi e l’assemblea nella giornata domani (mercoledì 10 ) per procedere alla cessione dei crediti Delta;
la convocazione della Commissione Finanze in seduta pubblica è contestuale di fatto alla seduta del Consiglio di Amministrazione e dell’assemblea di Carisp ;
i lavori della Commissione Finanza verteranno proprio sui riferimenti connessi alle recentissime vicende collegate a BCSM , e da quanto emerge dalle notizie degli organi di informazione, su presunte connessioni tra BCSM e Carisp, sul bilancio Carisp e sulle svalutazioni Carisp, e probabilmente sulle probabili operazioni connesse alle cessioni crediti Delta;
invitiamo il Presidente della Commissione Finanze Tony Margiotta ad attivarsi immediatamente con il Congresso di Stato per chiedere il rinvio della seduta del Consiglio di Amministrazione di Cassa di risparmio e dell’assemblea ad un momento successivo all’audizione in Commissione Finanze di Banca Centrale, ed in un momento in cui il quadro delle problematiche e delle connessioni, che a quanto pare emergono dall’Ordinanza del Commissario della legge, avranno una maggiore comprensione e chiarezza.
Siamo consapevoli della irritualità della richiesta formulata e dell’azione istituzionale intrapresa con la presente iniziativa.
Il nostro Stato, il nostro Paese attraversa un momento estremamente difficile e pericoloso; occorre perciò che ogni buon cittadino abbia come primo interesse la salvaguardia della sovranità della Repubblica.
Il nostro Piccolo stato, indifeso, è stato coinvolto suo malgrado nel vortice di una guerra non sua, ed allora ai sammarinesi sarà richiesto per fare fronte alle complessità con maggiore coraggio e fiducia.
Rivolgiamo tale istanza ed appello perché si assuma la consapevolezza della gravità del momento, e perché al contempo non si accrescano le difficoltà.
Diamo un segnale di fermezza e di consapevolezza, evitando che di essere spettatori agli eventi che stanno minacciando la Repubblica.
Confidiamo nelle virtù delle persone impegnate nelle istituzioni democratiche a tutti i livelli e nelle istituzioni rappresentative della società, perché in un momento così minaccioso, insieme, veramente insieme, si faccia di tutto per rassicurarsi di volere proteggere l’integrità della nostra Repubblica.
Francesco Mussoni
Teodoro Lonfernini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here