Il Congresso anticipa una riduzione della mobilità con il fermo degli uffici non essenziali, ma un no alla chiusura totale. In serata il Decreto.

Il Segretario Ciavatta "chiudere tutto non avrebbe nessun effetto su quello che riguarda l'andamento del contagio, ormai interno"

0
83

Il Governo sta predisponendo il decreto che introduce nuove restrizioni nel contenimento del virus, fino al 6 aprile. Arriverà nelle prossime ore. Ma i Segretari di Stato anticipano alcuni passaggi. L’invito è di restare a casa, evitare assembramenti anche nel fare la spesa e mantenere distanze di sicurezza. “Stiamo di fatto compiendo lavoro in corso d’opera – dice Teodoro Lonfernini che annuncia il decreto nelle prossime ore.

Roberto Ciavatta anticipa che l’obiettivo è la salute dei cittadini. E che si sta lavorando alla necessità degli spostamenti per motivi di lavoro: “chiudere tutto – dice – non avrebbe nessun effetto su quello che riguarda l’andamento del contagio, ormai interno. Ma dobbiamo tenere in considerazione tutti gli aspetti, in incontri con tutte  le parti dalle forze  economiche politiche e datoriali.

Dati confermano che nel territorio il contagio è moderato rispetto al circondario, ora serve un rimedio in più per debellare il virus, la cosa più importante è attenersi alle regole che sono state date. Il Segretario alla pubblica istruzione parla di riduzione della mobilità:  ci si può muovere solo per ragioni di salute, motivi inderogabili e per lavoro, oltre che per l’approvvigionamento. Deve diventare un comportamento virtuoso. Belluzzi conferma che lo Stato fermerà la macchina pubblica, gli uffici non essenziali, operativi solo quelli essenziali.  Tutte le attività economiche che hanno rapporto diretto con l’utenza sono sospese fino al 6 aprile. “Dovremo adottare provvedimenti di natura economica per proteggere lavoratori e Imprese”. Lonfernini conferma che si sta lavorando su una cassa integrazione guadagni straordinaria, per rispondere alla mancata operatività di tutte le aziende. “Dobbiamo fare fronte solo al nostro bilancio”, conferma il governo, anche se sono stati attivati canali internazionali.

Proroga anche di ogni scadenza amministrativa e fiscale.

Conferenza stampa Congresso di Stato del 13/03/2020

Il Governo aggiorna sulle nuove misure per contrastare la diffusione del Coronavirus

Posted by San Marino RTV on Friday, 13 March 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here