Domani Motus Liberi: “Giunte di Castello, l’inizio è la parte più importante del lavoro”

0
23

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Domani – Motus Liberi.

Cominciando con questo incoraggiamento vogliamo rivolgere le nostre migliori congratulazioni ai nuovi Capitani ed alle Giunte di Castello eletti, cui auguriamo un proficuo lavoro.

Le appena concluse elezioni amministrative si sono svolte con più di una particolarità, che le faranno certamente ricordare nella storia: l’emergenza sanitaria in corso, che ha indubbiamente inciso sullo spirito di chi vi ha partecipato e sulle stesse modalità di svolgimento, l’estensione del diritto di voto attivo esteso ai cittadini stranieri purché residenti da almeno dieci anni.

Sono importanti le novità introdotte dalla recente Legge n. 158/2020, entrata in vigore da appena due mesi e che è intervenuta a dare maggiore rilievo ai compiti ed alle responsabilità affidate a Capitani di Castello ed alle Giunte, figure fondamentali per rendere più breve e snello il collegamento tra le Istituzioni del nostro Paese e gli abitanti con le loro vite, esperienze, necessità.

L’affluenza alle urne non è stata certo incentivata dal comprensibile timore del contagio, tuttavia ha consentito di raggiungere il quorum in ogni Castello, necessario per l’elezione della lista candidata: questa deve essere l’occasione per le Giunte di Castello di acquisire, lavorando sodo, maggiore interesse agli occhi della popolazione residente e della cittadinanza.
Ci sentiamo quindi di rivolgere un invito alla massima collaborazione, comunicazione e condivisione tra popolazione e Giunte, ora che queste ultime possono godere di maggiore libertà di azione ed autonomia nel gestire a livello locale le esigenze del territorio e dei suoi abitanti.
Il mandato per i nuovi eletti non sarà semplice e le difficoltà del momento sono ben note, ma siamo sicuri che le nuove possibilità, la responsabilità assunta e l’amore per il Paese possano guidarli nel loro lavoro.

Ci sentiamo di rivolgere, per l’impegno ed il prezioso lavoro in un contesto così complicato, un doveroso ringraziamento ai militi e alle Guardie, ai volontari nonché agli scrutatori e ai Presidenti di seggio.
Il nostro sentito riconoscimento, infine, ai Capitani di Castello ed ai membri delle Giunte uscenti, il cui mandato si è lungamente protratto oltre la scadenza e che cui si deve – ciò non va dimenticato – il fondamentale contributo che ha portato alla recente modifica normativa”