Libera dalla Reggenza: ridare immediatamente credibilità alle nostre Istituzioni

0
17

Il Segretario, il Capo Gruppo e il Presidente di Libera si sono recati dalla Reggenza per manifestare il nostro disappunto per i fatti del 1 aprile e portare Loro la seguente missiva:

 

Eccellenze,

siamo a rappresentare il nostro totale disappunto per gli eventi ormai noti durante il pomeriggio del 1 aprile scorso, riportati da diverse testate giornalistiche e a confermare la totale estraneità ai fatti da parte di tutti gli esponenti del Gruppo Libera. Riteniamo doveroso farlo, per affermare con forza la responsabilità in capo a chi rappresenta il proprio Paese con incarichi istituzionali, o comunque con ruoli di rilievo all’interno della società civile.

Riteniamo opportuno, anche a seguito delle dichiarazioni di alcuni degli intervenuti che ricoprono ruoli ed incarichi istituzionali, una presa di distanza netta, anche in considerazione della situazione drammatica che il nostro Paese sta vivendo.

Ci rivolgiamo a Voi, Eccellenze, per poter veicolare al meglio messaggi che vadano a prendere le distanze da ogni atteggiamento lesivo dell’integrità delle più alte istituzioni della Repubblica di San Marino, come il Consiglio Grande e Generale e il Congresso di Stato, cercando di contenere nel limite del possibile la rabbia dei cittadini derivante da questo increscioso episodio.

Sosteniamo con determinazione la bontà di queste posizioni, conoscendo benissimo l’enorme difficoltà del nostro Paese ed in particolare del nostro Ospedale dovuto alla Pandemia Covid – 19, dati che in questo momento confermano una saturazione completa del nostro reparto di Terapia Intensiva, dati che cozzano clamorosamente con gli atteggiamenti tenuti dai partecipanti all’evento di cui sopra, che rischia di danneggiare ulteriormente l’immagine della Nostra Repubblica, anche al di fuori dei nostri confini.

Confidando nel Vostro più alto senso dello Stato, siamo a porgervi deferenti ossequi.

 

Libera