Rete respinge le dimissioni dei consiglieri Reffi e Arcangeloni

0
29

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Rete:

Il Consiglio Direttivo e l’Assemblea del Movimento RETE hanno svolto un ampio confronto inerente ai “fatti” del 1° aprile, che ha registrato una intensa partecipazione nel corso della quale sono state svolte ampie riflessioni.
La presenza dei tre Consiglieri e del Segretario di Stato appartenenti al Movimento RETE, è stata valutata, a prescindere dalla durata della permanenza, inopportuna e sbagliata. Naturalmente, ciò è acutizzato dal particolare momento storico, caratterizzato dalla pandemia e dalle forti restrizioni che comportano enormi difficoltà e sacrifici a tutta la popolazione.
Per tale motivo, oltre ad eventuali sanzioni amministrative che potranno essere comminate dalle Forze dell’Ordine, gli organismi di RETE determineranno anche l’adozione di provvedimenti interni più opportuni.
Le dimissioni presentate dai Consiglieri Arcangeloni e Spagni Reffi sono state valutate approfonditamente dal Consiglio Direttivo, il quale ha ritenuto che la lettera di pubblica ammenda e la disponibilità a rinunciare al proprio mandato, siano stati atti coraggiosi e onesti, estremamente rari nella storia politica sammarinese.
Queste considerazioni hanno indotto a respingere le dimissioni presentate. Nel contempo il Movimento RETE presenta le più sentite e sincere scuse ad ogni cittadino e residente nel territorio della Repubblica.
I rappresentanti della Politica e delle Istituzioni, anch’essi umani con proprie vite, famiglie e soggetti ad errori, non possono venire meno al senso di responsabilità e di rispetto, soprattutto nel momento in cui sugli stessi pende l’onere di prendere decisioni complicatissime, atte a limitare i contagi e a preservare la salute pubblica.
Nonostante tutto ciò, RETE ritiene sconveniente, in questo frangente, gettare il Paese nel caos, sfruttando la stanchezza di un anno di dura lotta alla pandemia, con le gravi conseguenze economiche, sociali, politiche e ai sentimenti di umanità del Paese.
Per un futuro più sereno, che appare oggi maggiormente vicino, San Marino ha bisogno di impegno, di passione, di grande lavoro e di condivisione.
Con questi intendimenti e con lo stesso spirito, RETE continuerà a prodigarsi, come ha sempre fatto, nell’interesse di tutti i cittadini e della Repubblica.