USL incontra i partiti di maggioranza e opposizione

0
13
Fattura Elettronica, semplice veloce ed economica

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di USL:

Gli esiti della campagna vaccinale uniti alle misure restrittive dei mesi scorsi stanno contribuendo a traghettare San Marino verso le tanto auspicate riaperture e riaccendere la speranza di una possibile ripresa economica del Paese.
USL ritiene che occorra un preciso Progetto Paese, progetto che nel rispetto delle specifiche competenze ed attribuzioni non potrà prescindere da una condivisione fra tutti gli attori della società civile delle strade da percorrere.
Occorre riprendere il confronto sui temi più urgenti e di attualità partendo dalla consapevolezza che “da soli non si và da nessuna parte”, per questi motivi USL ha formalmente inviato nei giorni scorsi una richiesta di incontro a tutte le forze di maggioranza e opposizione per intraprendere un percorso teso ad affrontare e approfondire alcune importanti tematiche.
Per USL tra gli argomenti più urgenti da affrontare rientrano sicuramente la gestione del prestito recentemente ottenuto e del debito pubblico, sui quali nonostante le richieste da diverso tempo non si hanno più notizie, ma anche sul processo di risanamento del comparto bancario e finanziario ed il rilancio comparto turistico e commerciale.
Per quanto attiene la Pubblica Amministrazione USL intende porre un focus sull’ISS, fortemente provato da questo lungo anno di pandemia e sulla nuova struttura del Settore Pubblico Allargato da tenere in considerazione anche rispetto al rilancio del sistema paese attraverso la promozione e realizzazione dei progetti di sviluppo.
Interessante sarà approfondire la posizione di tutti i partiti sulla riforma mercato del lavoro, ad avviso di USL oramai imprescindibile, e riforma del welfare per l’inserimento di nuovi strumenti a sostegno della famiglia.
USL si aspetta dalla classe politica che faccia quadrato con gli attori sociali ed economici per lavorare tutti assieme al rilancio della nostra amata Repubblica.