Reggenza: Francesco Mussoni e Giacomo Simoncini sono i Capi di Stato per il prossimo semestre

0
67

Espressione di una lunga storia e tradizione, la Cerimonia di Insediamento della Reggenza si svolge ancora oggi così com’è stata concepita negli Statuti del 1600. Qualche accorgimento e ancora una stretta sugli invitati a prevenzione del contagio da Covid-19, ma l’atmosfera di ripartenza che in generale si respira, traspare anche nel momento più alto della vita istituzionale del Paese.

Francesco Mussoni e Giacomo Simoncini, salgono alla Suprema Magistratura rispettivamente per la seconda e per la prima volta. Sua Eccellenza Simoncini, ad oggi, è il più giovane Capo di Stato in carica al mondo. Succedono a Gian Carlo Venturini e Marco Nicolini, protagonisti di un mandato di particolare intensità.

L’alza bandiera dà l’avvio alle celebrazioni, per poi andare a Palazzo Valloni, dove al termine dell’omaggio del Corpo Diplomatico, il Nunzio Apostolico Monsignor Emil Paul Tscherrig, saluta per primo la Reggenza nel suo ruolo di Decano. Allocuzione in cui torna la parola “ripartenza”: “ripartire dalla vera umanità”, patrimonio di “diversità, tradizioni e valori non negoziabili dei popoli”. Segue il discorso di ingresso dei Capitani Reggenti: “pronti – hanno detto – “ad offrire una nuova bella pagina di impegno concreto, operoso, duraturo nei confronti dei nostri cittadini”. Impegno per il bene comune, l’importanza delle relazioni esterne per una più attiva collaborazione e condivisione delle sfide globali, la volontà di infondere fiducia nel Paese, di investire su famiglia, scuola, giovani e transizione ecologica.

Fonte: SMRTV