Il terapeuta che salva gli artisti

0
45

di Paolo Bandini Callegari

IL TERAPEUTA CHE SALVA GLI ARTISTI.

Mia moglie AKIKO YATANI violinista e violista ha incominciato a studiare violino a 4 anni ed a 23 era già un’astro nascente della violinistica Giapponese ma poco dopo i 25 anni ha cominciato a soffrire “come molti importanti violinisti” di un forte dolore al colo e alla spalla , dovuto alle 4/5 ore di esercizio giornaliero. Per anni ha girato tra Medici e Osteopati famosi ma purtroppo senza risultati rilevanti e duraturi. Poi per caso ha scoperto la TUINA praticata nella nostra Repubblica da un Giapponese da poco rientrato dall’America il bravissimo FRANCESCO NAKADA e con i suoi trattamenti sono finiti i suoi dolori quasi per magia. Ma andiamo per ordine, che cosa è la TUINA ?? Una antichissima scienza medica della quale le prime attestazioni scritte si trovano nel trattato di medicina “IL Testo Classico di Medicina Interna dell’Imperatore Giallo” risalente a circa 2.500 anni fa; tuttavia la sua pratica ha origini ben più antiche, è databile a circa 4.000 anni fa. Attualmente in Cina la pratica Tuina è insegnata attraverso un percorso di studi differenziato da quello di agopunturisti e erbalisti ma con eguale livello di formazione e riconoscimento. MA COSA CURA LA TUINA??tratta i di dolori cronici, delle condizioni muscolo-scheletriche e dei disturbi legati allo stress che colpiscono l’apparato digerente e/o respiratorio. La sua efficacia è ampia soprattutto nel trattamento del dolore localizzato al collo, alle spalle, alla schiena e alla sciatica, oltre che nel trattamento del mal di testa, della stitichezza e dei sintomi premestruali. Altre applicazioni di successo si hanno nelle condizioni che richiedono la gestione del dolore, come ad esempio la medicina sportiva, l’oncologia e le applicazioni ortopediche. La sua specificità e l’intensità delle manovre la rendono una pratica non finalizzata al rilassamento del paziente quanto piuttosto alla tangibile riduzione del dolore. Come nelle altre tecniche di cure però, si evidenziano casi in cui la Tuina non dovrebbe essere eseguita. Per esempio nei pazienti con osteoporosi o condizioni che comportano fratture e/o ferite aperte .
Tuina (pronunciato “twee nah”) è una tecnica terapeutica usata in Cina da secoli che combina massaggio, digitopressione e altre forme di manipolazione del corpo (coppettazione, guasha, linimenti a base di erbe). Il focus è la pressione su determinati punti terapeutici, meridiani, gruppi muscolari o nervi al fine di rimuovere le ostruzioni che impediscono il libero flusso del QI “ la nostra energia vitale “ Grazie a questa tecnica è possibile ripristinarne l’equilibrio nel corpo e migliorare salute e vitalità del paziente. CARLO MACCHINI “della NAZIONALE ITALIANA FIAMME ORO” medaglia d’oro EYOF 2003 e CAMPIONE ITALIANO 2020 pronto per le prossime OLIMPIADI dice: la TUINA mi ha rimesso al mondo !!! “Pensa che il mio gomito era veramente fuori uso, un dolore forte mi impediva di allenarmi mettendo in pericolo le mie gare, poi un giorno ho conosciuto FRANCESCO NAKADA che con la TUINA e tanta pazienza mi ha rimesso a posto e mi ha fatto vincere il TITOLO ITALIANO !! “…..
Siamo lieti quindi che questa antica tecnica di cura sia arrivata al Poliambulatorio SH Health Service ad arricchire la nostra Antica Repubblica di una saggezza altrettanto antica e preziosa.