Futsal, la Folgore parte in quarta

0
11

Esordio condito da successo, per il Cailungo di Matteo Venerucci, che batte di misura la Libertas in uno dei quattro incontri che si sono disputati nella serata di ieri. Rinviati per maltempo, infatti, i match di Fiorentino: San Giovanni-Fiorentino e Tre Fiori-La Fiorita si recupereranno in data da destinarsi. Decisione presa di concerto dai direttori di gara Tonelli e Piccoli, constatata l’impossibilità di giocare.

Si diceva di Libertas-Cailungo: il derby del Castello di Borgo Maggiore è stata un’altalena di emozioni che ha prodotto un totale di cinque reti. Le prime due sono rossoverdi, ad opera di Graziani e Rossini: ci mette appena tre minuti il Cailungo a siglare il suo primo gol dopo tanti anni dalla precedente partecipazione alle competizioni sammarinesi di calcio a cinque. Il raddoppio arriva al 21’ e si cambia campo sul risultato di 0-2 – nonostante due minuti in superiorità numerica dei granata, vista l’espulsione di Moroni –. Parziale confermato fino a metà della ripresa, quando Giardi trova la via per riaprire l’incontro. È ancora Rossini a riportare il Cailungo a distanza di sicurezza, firmando la rete della vittoria che nemmeno l’acuto di Bacciocchi ed i restanti quattro minuti più recupero sono riusciti a scalfire.

A Dogana si è disputato anche una delle partite più attese di questo turno e non solo, vale a dire Folgore-Domagnano. Entrambe rinforzatesi in estate ed accreditate a recitare una stagione da protagoniste, hanno dato vita ad una sfida decisasi di fatto nel secondo tempo. A sbloccare la gara, in favore dei Lupi di Manuel Mussoni, è Nicola Chiaruzzi – al debutto ufficiale con la casacca giallorossa –. Nemmeno i nuovi arrivati sponda Folgore si fanno attendere, e Danilo Busignani, tornato nel campionato sammarinese, imprime fin da subito il proprio marchio con il club di Falciano. Rete della parità al 14’, che lieviterà nella tripletta spalmata tra inizio e metà della ripresa. Un attimo prima dell’intervallo, il punto del sorpasso siglato da Chezzi.

Equilibratissimi i confronti di Acquaviva, dove si sono disputate Cosmos-Faetano e Virtus-Pennarossa. Muovendoci in ordine cronologico, rendiamo conto di uno scoppiettante 3-3 tra i ragazzi di Canducci e quelli di Corbelli. Botta e risposta continuo, con il vantaggio faetanino ad opera di Massimo Moroni, subito ripreso da Alessandro Burgagni. El Attar riporta i suoi avanti nel punteggio al 25’, ma Giacomo Gasperoni firma il nuovo pari allo scadere della prima frazione. In apertura di ripresa Paoletti ribalta lo score, che tornerà a cambiare in dirittura d’arrivo per effetto della doppietta di El Attar, a segno su tiro libero.

Partita pazza anche quella delle 21:45, con addirittura nove reti segnate ed un tiro libero dilapidato. Grande protagonista Federico Rinaldi, autore di una doppietta nel primo quarto d’ora di gioco per il vantaggio di Chiesanuova, immediatamente neutralizzato e ribaltato da Zanotti, Pacheco e Bucci. Si gira sul 3-2 in favore della Virtus, che subisce il gol del pareggio al 36’ – a firma di Manuel Poggiali –. Il Pennarossa trova la forza anche di ribaltare il risultato con Matteo Guidi, prima che il match si decida al 58’: l’esultanza di Bucci (doppietta) e dei compagni per il raggiunto 4-4, dura infatti un amen. Sul pallone rimesso in gioco, infatti, Rinaldi celebra la tripletta che porta in dote tre punti – nonostante il tiro libero fallito da Tiziano Selva all’ultimo minuto, utile per il potenziale 6-4 –.

TIM Back to School + FIBRA + MOBILE + WIFI