Visita gruppo interparlamentare Croazia-San Marino

0
16

Riceviamo e pubblichiamo da Dipartimento Affari Esteri:

Giornata dedicata agli incontri con il Governo e con le più alte cariche dello Stato, quella che si è aperta oggi per la Delegazione del Gruppo di Amicizia Interparlamentare Croazia-San Marino, da ieri sul Titano, nello spirito di profonda amicizia che accomuna i due Parlamenti e i due Stati.

Ad accogliere la Delegazione a Palazzo Begni il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Luca Beccari che si è intrattenuto a colloquio con la Delegazione per ripercorrere, insieme, l’ottimo stato delle relazioni bilaterali, le intese definite e da definirsi e i progetti di collaborazione in corso.

Centrali sono stati i temi del rilancio economico e delle sinergie da promuoversi in ambito economico-finanziario.

Non è mancato il richiamo al percorso negoziale in atto per addivenire ad un Accordo di associazione in ambito europeo, sul quale la rappresentanza croata ha offerto pieno sostegno a collaborare e a promuovere l’accelerazione del percorso; sostegno convinto ribadito anche nel percorso di adesione della Repubblica ad EUSAIR.

Beccari ha sottolineato inoltre la volontà di rafforzare le relazioni in ambito culturale, turistico e sanitario.

Al termine dell’incontro, il Segretario di Stato ha direttamente insignito il Vice Presidente del Parlamento della Repubblica di Croazia, prof. Zeliko Reiner, e l’Ambasciatore croato, S.E. JasenMesić dell’Onorificenza dell’Ordine Equestre di Sant’Agata.

L’incontro si è poi allargato ad un’ampia delegazione di Governo, guidata dal Segretario di Stato per gli Affari Esteri e composta dai Segretari di Stato per la Cultura, Andrea Belluzzi, al Lavoro, Teodoro Lonfernini, al Turismo, Federico Pedini Amati, alla Sanità, Roberto Ciavatta e in rappresentanza della Segreteria di Stato all’Industria, dal Direttore di Dipartimento Massimo Cenci.

L’occasione ha consentito di rimarcare più in dettaglio le relazioni nei settori specifici.

In ambito culturale e della formazione, si è discusso sulla possibilità di addivenire ad intese tra istituzioni museali. In ambito universitario, sottolineata l’utilità di scambi e di favorire la mobilità fra docenti e studenti dei rispettivi Atenei.

Ci si è poi confrontati sulla possibilità di istituire in Repubblica master con specializzazione sanitaria, e di promuovere collaborazioni sul versante della produzione di materiale sanitario e farmaceutico e dell’innovazione tecnologica.

In ambito turistico, sottolineate le radici e le tradizioni comuni e la necessità di rafforzare la collaborazione, anche attraverso scambi di esperienze e di best practices. Valutata al riguardo la possibilità di rivedere l’Accordo vigente in materia turistica, anche alla luce delle trasformazioni intervenute a causa della pandemia.

Citate anche, da parte croata, le opportunità di avviare collaborazioni in settori non ancora bilateralmente esplorati e sui quali la Croazia potrebbe offrire valide sinergie: agricoltura, settore alimentare, lavorazione del legno, tecnologia informatica, settore chimico e farmaceutico.

Richiamata da tutti i Segretari di Stato l’esistenza di un rapporto solido, amichevole e sempre indirizzato al sostegno reciproco; un rapporto che vede ora i due Stati particolarmente vicini in ambito europeo.

Al termine della mattinata di incontri, le due Delegazioni si sono trasferite a Palazzo Pubblico, accolte in Udienza Ufficiale dalle Loro Eccellenze i Capitani Reggenti, Francesco Mussoni e Giacomo Simoncini.

Nelle rispettive allocuzioni, richiamati i valori e le tradizioni comuni, le più recenti manifestazioni di concreta solidarietà del popolo sammarinese per i danni del sisma che ha colpito la Croazia e la costante volontà di mantenere vivo e proficuo il rapporto di Amicizia.