Siglato un Protocollo d’Intesa fra FSGC e Scuola Superiore

0
10

Il percorso di collaborazione attiva tra la FSGC e gli istituti scolastici di San Marino – formalmente avviato un anno fa con il Memorandum sottoscritto dal Presidente federale Marco Tura e il Segretario di Stato allo Sport e all’Istruzione Marco Podeschi – fa un altro importante passo in avanti. È di questa mattina, infatti, la formalizzazione di un Protocollo di Intesa tra la Federazione calcio e la Scuola Secondaria Superiore di San Marino, il primo di una lista che proseguirà con altre iniziative simili (come previsto dal Memorandum stesso), e che fissa in una serie di punti programmatici quello che da ora in poi sarà il rapporto tra i due enti, nell’interesse prioritario degli studenti atleti ai quali verrà offerta una serie di strumenti atti a creare una sinergia tra il percorso scolastico e quello sportivo.

Una delle iniziative più importanti di questo accordo – discusso in seno a quel Comitato Tecnico Scientifico costituito all’indomani della firma del Memorandum e al cui interno agisce anche una rappresentanza studentesca – è la nomina, da parte della FSGC, di un Tutor che, previa autorizzazione delle famiglie degli studenti, terrà contatti con la Scuola Superiore per un reciproco scambio di informazioni volto ad agevolare i ragazzi nei loro impegni scolastici e sportivi. Un altro progetto fondamentale sarà la messa a disposizione, sempre a spese della FSGC, di Tutor-docenti che supportino i ragazzi nei loro doveri scolastici duranti i periodi in cui l’attività calcistica sarà più intensa, ad esempio durante le lunghe trasferte delle qualificazioni europee.

Questi e gli altri punti che compongono l’accordo sono stati fissati nella convinzione comune che solo la collaborazione attiva di tutti gli attori coinvolti possa favorire nei ragazzi una crescita a 360°. Ma è anche importante sottolineare, come ha fatto il Presidente della FSGC Marco Tura, “il ruolo primario dell’istruzione e quello insostituibile della famiglia nel percorso formativo che riguarda i nostri ragazzi. Come Federazione, sarà nostra cura mettere a disposizione dei giovani atleti tutti gli strumenti utili a far sì che i loro impegni sportivi non vadano in conflitto con quelli scolastici. Siamo convinti che questo progetto, il primo dalla stipula del Memorandum, produrrà risultati molto positivi. Uno dei nostri obiettivi è quello di fare da apripista per la realizzazione concreta dei tanti principi contenuti nella Legge sullo Sport. Vorremmo che ne nascessero relazioni concrete e produttive fra tutte le Federazioni operanti sul territorio. Le modalità le valuteremo strada facendo. Intanto, mi preme dire che la nostra intenzione è quella di avviare iniziative che si dimostrino utili a tutti gli studenti atleti, non solo a quelli che praticano calcio, nella ferma convinzione che tutte le discipline meritino la stessa attenzione e le stesse opportunità.”

Sulla medesima lunghezza d’onda il Preside della Scuola Secondaria Superiore, Giacomo Esposito, cofirmatario del Protocollo. Che sottolinea: La Federcalcio e tutte le altre agenzie formative non possono che essere riconosciute come alleate della scuola nella sua missione educativa. Da tempo, all’interno del Collegio dei Docenti, abbiamo avviato una riflessione che ha avuto come esito proprio quello di riconoscere pari dignità a tutti coloro che si occupano, anche se a diverso titolo, della formazione dei ragazzi. Dunque, chi promuove la pratica sportiva, quella artistica, quella associazionistica, e così via. Riteniamo che la conciliazione dell’impegno scolastico con quello extrascolastico sia un passaggio essenziale per la crescita sana ed equilibrata di ogni ragazzo e ragazza. È vero che l’istruzione svolge un ruolo fondamentale, ma non c’è nulla come lo sport che stimoli nel giovane la voglia di migliorarsi a 360°.  Sono perciò molto felice di sottoscrivere un accordo come questo, nato in seno ad un Comitato di cui sono parte attiva gli studenti, che sono la ragione stessa dell’esistenza dei nostri due enti.”

La chiusa è del Direttore Tecnico della FSGC Massimo Bonini, membro del Comitato Tecnico Scientifico al cui interno è nato e si è sviluppato questo Protocollo. “È un progetto che ho fortemente voluto sin da quando sono arrivato in Federcalcio – commenta Bonini – Sono da sempre convinto che la scuola e lo sport debbano andare di pari passo. È nostro dovere preparare i nostri ragazzi nel miglior modo possibile, in campo e fuori, e questo accordo va proprio in tale direzione. Lo scopo è quello di fare sì che essi svolgano entrambe le attività nel modo più sereno possibile. Questo avrà ripercussioni positive sui loro risultati in entrambe le direzioni. Sottolineo con piacere fin dalle prime riunioni del Comitato è nata una perfetta intesa con la scuola. Solo con il lavoro di squadra si ottengono risultati. E i vantaggi sono per tutti. “

Anche il Segretario di Stato Podeschi, tramite una nota, ha espresso la propria soddisfazione per la firma di questo Protocollo, che – come si legge nel comunicato – potrebbe diventare un’esperienza positiva anche per altre discipline sportive che vedono coinvolti i nostri giovani atleti, e più in generale potrebbe tradursi, in futuro, in un fattore attrattivo capace di orientare le scelte degli studenti impegnati in attività agonistiche extrascolastiche.”

FSGC | Ufficio Stampa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here