Myles Mularoni affronta Ali Shabanau per la finale per la medaglia di bronzo

0
27

Se la gioca fino in fondo Myles Nazem Amine Mularoni, che domani (giovedì 5 agosto) nel ripescaggio della lotta libera, categoria 86 chilogrammi, affronta alle 11 (4 ora italiana) il bielorusso Ali Shabanau, 32 anni il prossimo 25 agosto, per conquistare la finale per la medaglia di bronzo in programma alle 20.10 (13.10 ora italiana).

Il ventiquattrenne lottatore, di padre di origine libanese e mamma sammarinese, ci arriva dopo una giornata, quella odierna, piena di emozioni. Ha battuto agli ottavi di finale per superiorità numerica il ventitreenne colombiano Carlos Arturo Izquierdo Mendez (12-2 e match interrotto come da regolamento quando mancavano 2’29”), per poi perdere ai quarti contro il trentenne americano del Nevada David Morris Taylor III, già campione del mondo nel 2018 che si è imposto per superiorità numerica dopo un’ottima partenza del sammarinese che si era portato sul 2.0 (12-2 quando mancavano 2’05” alla fine).

Taylor III detto “Magic Man”, avendo ottenuto la finale (contenderà l’oro al ventiseienne persiano Hassan Yazdanicharati Iri) grazie al successo sul ventunenne indiano Deepak Punia (10-0), ha rimesso in corsa Myles che domani ha il destino tutto nelle proprie mani. Shabanau, noto anche come Ali Shabanov , ha origini russe e ha rappresentato la Bielorussia anche alle Olimpiadi di Londra 2012 giungendo decimo, ha perso contro Taylor III agli ottavi (11-0).