Campionato BKN301, 7° turno: niente gare alla domenica, spicca La Fiorita-Tre Penne

0
34

Sei gare al sabato per un turno di campionato – il 7° – che rinuncerà alla domenica come giornata di gare per lasciare spazio all’impegno internazionale della NAT San Marino, in partenza proprio il 24 ottobre per la trasferta bulgara di Coppa delle Regioni. Si parte con l’anticipo del venerdì fra Murata e Faetano, riedizione freschissima dell’ottavo di finale di Coppa Titano BKN301, terminato con la rimonta per certi versi clamorosa della squadra bianconera dopo l’1-3 incassato all’andata. Peraltro sarà anche un confronto molto ravvicinato sul piano della classifica, con i Gialloblù a quota tre punti, frutto della vittoria centrata proprio nello scorso fine settimana, ed i Bianconeri a quota 6 e desiderosi di riscattare un periodo fatto di due sconfitte filate in campionato, magari sfruttando proprio l’adrenalina del martedì di coppa.

Nel nutrito programma del sabato – suddiviso fra le fasce orarie delle 15:00 e delle 18:30 – spicca nettamente l’incrocio tardo-pomeridiano fra La Fiorita e Tre Penne. Impossibile non ripensare alle numerosissime finali disputate da queste due formazioni nel passato recente; oggi il confronto vale la vetta provvisoria della classifica, con La Fiorita chiama a difenderla e il Tre Penne intenzionato ad insidiarla, Cosmos permettendo. I Gialloblù di Lasagni hanno gestito le forze nell’ottavo di ritorno di Coppa Titano BKN301, con l’obiettivo di riscattare subito il k.o. di sabato scorso, il secondo stagionale dopo quello patito in Supercoppa: Rinaldi e compagni erano a punteggio pieno e a porta completamente inviolata, infatti, prima che la Virtus imponesse loro uno 0-2 che ha reso ancor più interessante la lotta per la vetta del Girone Unico, con tutto il valore che quest’anno tale posizione porta con sé. Il Tre Penne invece si mantiene imbattuto in campionato, benchè la banda di Ceci abbia subìto a sua volta una frenata nell’ultimo turno dopo un filotto di quattro vittorie. Cancellare il 2-2 con la Juvenes-Dogana e soffiare il primato all’avversario di giornata è insomma ciò che anima i pensieri dei Biancoazzurri, reduci dal grande match di ritorno in coppa. Si gioca ad Acquaviva.

Proprio a causa del Tre Penne il Pennarossa ha dovuto congedarsi precocemente dalla Coppa Titano 2022-23. In generale i Biancorossi non sono in un buon periodo dopo un brillante avvio di stagione: le due sconfitte consecutive patite in campionato unite a quella di ieri sera impongono un deciso cambio di rotta agli uomini di Farabegoli, che sabato saranno opposti al Cailungo, attuale penultima forza del Girone Unico e reduce dal pareggio a reti bianche con il Domagnano. In casa rossoverde non ci sarà Iuzzolino, squalificato. Finora privo di impegni di coppa e quindi a riposo fra martedì e mercoledì, il Tre Fiori è pronto a riprendere l’inseguimento alla vetta. Con la vittoria sul Pennarossa la squadra di Andy Selva ha interrotto un digiuno di punti che perdurava da due giornate, ed ora è a caccia di continuità. Sulla strada dei Gialloblù ci sarà il San Giovanni, lanciatissimo sulla scia delle tre vittorie consecutive, con l’unica macchia dell’eliminazione in Coppa Titano, benchè giunta soltanto ai tempi supplementari. Marco Tognacci non potrà però contare su Luca Angelini, appiedato dal Giudice Sportivo per questa giornata.

Fallito l’obiettivo Coppa Titano, il Cosmos si getterà anima e corpo sull’altra competizione che ancora lo vede attivo e protagonista, benchè nell’ultimo periodo Di Maio e compagni abbiano accusato una leggera flessione. Comunque l’incrocio fra La Fiorita e Tre Penne, unito al turno di riposo della Virtus, offre un’occasione ghiottissima alla banda di Serravalle, opposta nel derby alla Juvenes-Dogana che, con il pareggio di domenica scorsa, ha saputo interrompere un periodo fatto di tre sconfitte consecutive, ma che resta alla ricerca di una vittoria che manca dalla gara d’esordio. Raggiungerla contro lo squadrone gialloverde non sarà impresa facile, anche se gli uomini di Amati possono contare su dosi fresche di fiducia e autostima derivanti dal passaggio del turno in coppa. In casa Cosmos mancherà all’appello Zulli, squalificato.

La Folgore, reduce dalla vittoria ai danni del Murata e dall’approdo ai quarti di finale di Coppa Titano BKN301, sta cercando di capire se le difficoltà di inizio anno siano definitivamente alle spalle. Il test con in Domagnano servirà alla banda di Lepri anche in questo senso, benchè il primo pensiero sia quello – naturalmente – di risalire una china che per il momento vede i Giallorossoneri poco sotto la linea mediana della classifica, a tre lunghezze di ritardo dal terzetto composto da Pennarossa, Libertas e San Giovanni. Quanto ai Lupi giallorossi, il pensiero impellente è quello di reagire ad un periodo di scarsa continuità e soprattutto di totale assenza di vittorie. La squadra di Amadori infatti sta ancora cercando il primo colpo stagionale da tre punti ed è presumibilmente questo che più di tutto anima i pensieri giallorossi in previsione della sfida di Acquaviva. Sfida alla quale non prenderà parte Michael Parma per somma di ammonizioni.

Detto di La Fiorita – Tre Penne, l’altro match delle 18:30 è quello che metterà di fronte Fiorentino e Libertas. I granata sono imbattuti in campionato ma non hanno mai saputo trovare continuità di vittorie: il loro cammino racconta infatti di una perfetta alternanza fra successi e pareggi. Non sarà questo il fine settimana in cui potranno mettere in fila due gare da tre punti, dato che nell’ultimo turno hanno pareggiato con il Cosmos. In ogni caso, si offre una interessante opportunità alla banda di Cardini per tornare a bussare ai piani più alti della graduatoria. La Libertas infatti troverà sulla propria strada il fanalino del Girone Unico, vale a dire quel Fiorentino che sinora è riuscito a conquistare un solo punto nel torneo, frutto del pareggio di inizio ottobre con il Domagnano. Un paio di assenze per Malandri: Baizan, che dovrà scontare la prima di due giornate di squalifica, ed il portiere Bianchi. In casa Libertas non ci sarà Pesaresi.