CSU: bloccati tagli agli stipendi PA

0
41

San Marino. La campagna “La dignità non si taglia” promossa dalla CSU ha fatto centro: scongiurato il taglio degli stipendi pubblici. E’ quanto emerso stamattina durante un incontro tra Governo e sindacati. I due milioni e 600 mila euro di tagli saranno indirizzati verso altre voci di spesa della pubblica amministrazione.

“L’ampia mobilitazione dei lavoratori pubblici – spiegano soddisfatti i segretari Pubblico Impiego , Antonio Bacciocchi (CSdL) e Milena Frulli (CDLS) – ha raggiunto l’obiettivo di fermare i tagli lineari delle buste paga. Sono stati mesi di intenso lavoro iniziati con una raccolta firme in tutti i posti di lavoro e  sfociati nella campagna ‘La dignità non si salva’, con scioperi a scacchiera  in tutti i settori della Pa e conclusa  con lo sciopero generale dello scorso dicembre che ha riempito una Piazza della Libertà piena di neve”.

“Con la decisione di fermare i tagli alle retribuzioni – riconoscono Baciocchi e Frulli –  il Governo, anche se tardivamente, ha dimostrato rispetto verso la protesta di migliaia di dipendenti pubblici e attenzione alle proposte del sindacato”.

Ora la partita  si sposta al tavolo del rinnovo contrattuale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here