La tempesta perfetta

0
46

Riceviamo e pubblichiamo da Unione San Marino Commercio e Turismo:

Materie prime in forte aumento e scarsamente reperibili stanno frenando la produttività delle imprese e di conseguenza delle attività commerciali, l’aumento importante delle utenze che produrranno un rimbalzo notevole dei costi per tutte le aziende e l’incertezza sul futuro creata dall’importante ripresa dei contagi di queste ultime settimane, stanno generando danni incalcolabili a tutto il tessuto economico e turistico.
Auspichiamo che la stessa sorte non capiti anche ai prodotti di prima necessità come i prodotti agro alimentari anche se le notizie internazionali che stanno circolando non sono di buon auspicio.

Unione Sammarinese Commercio e Turismo da tempo chiede una maggiore attenzione, da parte dell’esecutivo, verso tutto il mondo imprenditoriale operante in Repubblica, denunciando distorsioni e difficoltà operative che interessano trasversalmente quasi tutti i settori economici del nostro paese ma ad oggi poco o nulla è stato fatto ma, se così non fosse, chiediamo di essere smentiti da fonti ufficiali.

Siamo consapevoli che la gestione della pandemia possa aver rallentato il lavoro delle Segreterie ma dobbiamo ancora una volta esternare il nostro disappunto per la mancanza di considerazione rivolta alle risoluzioni delle difficoltà operative che tutte le attività stanno affrontando e che si sono fortemente acuite in questi ultimi due anni.

Inoltre, riteniamo insufficiente firmare accordi o memorandum con paesi esteri nella speranza di risolvere gli annosi problemi interni, così come riteniamo insufficiente limitarsi a sponsorizzare il nostro paese fuori confine nella speranza che nuovi utenti “piovano dal cielo” portando nuova linfa in Repubblica.
Come già più volte ribadito abbiamo il dovere e la necessità di allargare i nostri orizzonti ma consideriamo indispensabile affrontare distorsioni e mancanze del nostro sistema, migliorare e rendere produttivo il nostro sistema paese ad iniziare dalla Pubblica Amministrazione.

Le “vacanze” stanno finendo, un altro anno è passato ma come affronteremo l’ennesima “tempesta perfetta” che si sta delineando?