Giornata di iscrizione ai centri estivi: delirio bianco

0
71

San Marino. Gente in fila dalle 5 del mattino, sotto la bufera. Gente che è arrivata nell’orario indicato dalla convocazione, e si è trovata dietro a 80 persone. C’è il problema della neve a San Marino, che da Borgo in su è stata davvero copiosa. Ha nevicato per tutta la notte, provocando tantissimi disagi alla circolazione. Superstrada bloccata da un camion di traverso a Fiorina e dai pullman in salita, fila per la strada di Cailungo, verso l’Ospedale, blocchi sulla Sottomontana e al bivio di Murata. Mattinata difficile un po’ per tutti quelli che si sono messi in auto. Le persone devono andare al lavoro e le famiglie devono pensare a sistemare i figli per l’estate. Che sicuramente verrà. Ma la situazione contingente, l’organizzazione forse non al massimo, la riduzione pesante del numero dei centri estivi che saranno aperti e degli orari di frequenza, i costi piuttosto elevati: tutti fattori che non hanno deposto a favore del progetto. Molti, infatti hanno desistito. C’è chi si rivolgerà alle nonne. Ma forse qualcuno potrebbe pensare ad organizzarsi in gruppi autonomi a cui affidare piccoli numeri di bambini. In molte località italiane lo fanno già. E come sempre, infuria la polemica sui social.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here