Festività e violenza: come chiedere aiuto.

0
88
Fattura Elettronica, semplice veloce ed economica

Riceviamo e pubblichiamo da Autorithy Pari Opportunità:

Mentre la maggioranza delle persone si appresta a festeggiare il Natale, non possiamo e non dobbiamo dimenticare che, quando si parla di violenza domestica, le festività possono essere il periodo dell’anno più difficile e drammatico. Per le vittime di questi abusi il Natale è spesso spaventoso e isolante. Soprattutto quest’anno la situazione in molte famiglie può essere peggiore del solito perché le difficoltà economiche, lavorative e relazionali inasprite dalla pandemia, esacerbano situazioni già a rischio.
Il periodo natalizio ha sempre fatto registrare un aumento delle violenze domestiche in tutto il mondo a causa del maggior tempo passato assieme, dell’abuso di alcol e, soprattutto, della chiusura di quegli spazi “sicuri” che permettono alle vittime di allontanarsi fisicamente dai maltrattanti per trovare aiuto e sicurezza in posti come le scuole ed i luoghi di lavoro. Questa forzata e continua convivenza, come già avvenuto durante i periodi di lockdown, fa registrare una vera e propria escalation di maltrattamenti e atti di violenza consumati tra le mura di casa.
A queste persone va il nostro accorato appello affinché sappiano di non essere sole, che la rete antiviolenza è sempre attiva e pronta a proteggerle, intervenendo in ogni momento in loro aiuto.
Il numero 0549 994800 è dedicato a loro, sempre attivo e pronto a rispondere con massima riservatezza, sia per le vittime sia per chi è a conoscenza di persone in pericolo.
L’applicazione TECUM, scaricabile su cellulare, permette di effettuare una chiamata d’emergenza semplicemente premendo un tasto per chiedere il pronto intervento e di registrare ciò che accade in casa salvando i file su un server sicuro.