Riunito il Consiglio di Direzione del PSD

0
19

Nella serata di ieri il PSD ha tenuto il suo consiglio di direzione, un incontro segnato da un momento di profonda riflessione e coesione, in coincidenza con l’anniversario della scomparsa di Fausta Morganti, figura emblematica della sinistra sammarinese. La commemorazione è stata accompagnata dalla proiezione di un documentario sulla sua vita politica, evento organizzato in collaborazione con i compagni di Libera e del PS, che ha rinnovato l’impegno a costruire un’area riformista forte, motivata dall’eredità e dall’influenza di Fausta. Il consiglio ha avviato i lavori riflettendo su questo spirito di unità, proseguito con la discussione e la pianificazione delle future iniziative e attività politiche. Particolare apprezzamento è stato espresso per l’atteso incontro con Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, previsto per il prossimo 27 febbraio, occasione di sicuro interesse per il nostro Paese nell’ambito delle significative relazione politiche che il PSD intrattiene. La direzione ha espresso un forte ottimismo per il futuro, sottolineando come il progetto riformista non solo abbia il potenziale per unire un’area politica di valore ma anche per preparare il paese ad affrontare le imminenti sfide, tra cui l’accordo di associazione con l’UE, la gestione del debito estero, e l’ammodernamento necessario per la ripresa dello sviluppo economico. La direzione ha ribadito la necessità di un’azione politica guidata da partiti di tradizione, capaci di rappresentare efficacemente le esigenze dei cittadini e di governare con lungimiranza. La direzione ha messo in luce diversi punti chiave per la strategia politica del PSD, tra cui: ● L’importanza di un rafforzamento dell’alleanza con Libera e il PS; ● La volontà di concentrare gli sforzi sullo sviluppo di un programma politico convincente e sulle convergenze programmatiche come basi solide per le future collaborazioni politiche. ● La necessità di una riflessione sulla difficile governabilità attuale e sull’assenza di motivi validi per portare a scadenza naturale la legislatura; ● L’importanza di un’alleanza basata su tradizioni politiche forti e rappresentative per un buon governo, sottolineando la necessità di un programma condiviso e ben definito. Il PSD, quindi, si pone al centro del dibattito politico sammarinese, proponendo un rinnovato impegno verso la costruzione di un’area riformista unita e influente, pronta ad affrontare le prossime elezioni con determinazione e visione strategica. Partito dei Socialisti e dei Democratici