Segreteria all’Istruzione rassicura studenti e famiglie “anno scolastico sarà salvo in ogni caso”

Esprime inoltre "il proprio apprezzamento a tutti i docenti che si stanno misurando con la didattica a distanza ringraziandoli per il grande sforzo prodotto"

0
54

Con Decreto Legge del 4 aprile 2020 n.59 la chiusura delle Scuole e dell’Università è stata prorogata fino al 20 aprile 2020. Al momento non è possibile sapere se quest’ultima data potrà segnare la ripresa delle attività in quanto l’andamento del focolaio epidemico risulta ancora incerto.

La Segreteria all’Istruzione congiuntamente alle Direzioni delle Scuole, all’Università ed all’Istituto Musicale si stanno comunque preparando ad ogni scenario, compreso quello di una ripresa delle lezioni a settembre, per il nuovo anno scolastico 2020-2021, anche se quest’ultima ipotesi resta la più remota allo stato attuale. Contestualmente si è al lavoro per riprogrammare i centri estivi in funzione dell’andamento della situazione sanitaria, al fine di garantirne lo svolgimento nel migliore dei modi valutando al contempo l’ipotesi di un arricchimento con momenti di formazione per concedere ai ragazzi una parte della formazione persa.

Anche il prossimo calendario scolastico terrà conto della necessità di permettere agli studenti di poter recuperare quanto non si è potuto effettuare in questo momento emergenziale.

La Scuola è uno dei punti nevralgici dell’emergenza Coronavirus, perché comporta lo spostamento di bambini, giovani, docenti e personale ausiliario, assembramenti di genitori all’entrata e all’uscita degli istituti, volumi di traffico e riutilizzo in massa dei mezzi pubblici: tutte situazioni rischiose fino a quando il Paese non sarà uscito dal contagio del virus. La riapertura, pertanto, potrà essere deliberata solo quando si creeranno le condizioni di assoluta sicurezza per studenti e personale scolastico. La Segreteria all’Istruzione vuole comunque rassicurare gli studenti e le famiglie che l’anno scolastico sarà salvo in ogni caso.

Per quel che riguarda gli esami di fine ciclo, sono confermate attualmente le date già previste. Resta inteso che se l’epidemia non dovesse fermarsi in tempo si valuteranno delle soluzioni compatibili con le misure di distanziamento sociale, per il loro regolare svolgimento nelle date già programmate.

La Segreteria all’Istruzione, inoltre, intende esprimere il proprio apprezzamento a tutti i docenti che si stanno misurando con la didattica a distanza ringraziandoli per il grande sforzo prodotto. Questa modalità di insegnamento sta garantendo una continuità di apprendimento, e offre agli studenti un’importante rassicurazione psicologica. L’invito è quello di proseguire sulla strada dell’innovazione digitale e di valutare il consolidamento di questi nuovi strumenti come parte integrante della didattica.

LA SEGRETERIA DI STATO all’Istruzione e Cultura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here