Elezioni USA 2020. “Il vero punto di forza di Biden è l’avversario.” 

0
147

“Donald Trump, 74 anni, contro Joe Biden, 77 anni. Praticamente il nuovo che avanza dal giorno prima, dopo aver passato la notte in frigo per una migliore conservazione dei tessuti. La gerantocrazia non è mai stata così forte nel mondo, e la Pandemia l’ha resa ancora più forte. Quanto alla “battaglia elettorale” tra Conservatori e Democratici, questa volta è probabile che i secondi abbiano la meglio. Cambieranno pertanto gli equilibri tra gli interessi economici, più o meno antagonisti, di cui ciascun candidato è portatore e difensore. Wow, difficile non entusiasmarsi di fronte a questo epocale cambio di rotta. Ancora più difficile è esprimere una preferenza, e soprattutto farlo con un entusiasmo superiore a chi, a dieta, deve scegliere tra una minestra in bianco o una pasta scondita. In effetti Biden ispira più simpatia, ma ha la classica faccia di chi si è appena svegliato o sta per addormentarsi per fare il riposino pomeridiano (come consigliato dal medico di famiglia). Insomma ha il carisma e la vitalità di un bradipo; forse salverà il mondo, ma lo farà al rallentatore.
Insomma, il vero punto di forza di Biden è l’avversario.                                         
Pertanto mi astengo dall’esprimere preferenze e faccio mio il cinismo e l’ironia di un americano illustre, Ambrose Bierce, che ad inizio novecento, nel suo “Devil’s Dictionary”, definì la “Politica” come “Conflitto di interessi mascherato da lotta di principi. Conduzione di affari pubblici per un vantaggio privato”, nonchè identificò nel Conservatore “l’Uomo di Stato innamorato di tutti i mali esistenti, da non confondere con il Liberal, che vuole sostituirli con altri”. Detto questo, rinfrancato da un sorriso che solo certi libri (e i Simpson) possono darti, auguro a tutti di godersi (si fa per dire) le elezioni americane e gli “Special” post elezioni di Mentana & Co. Lo so, non è il massimo, ma è sicuramente meglio del bollettino di guerra sul Covid 19 che quotidianamente ci viene propinato per ricordarci che dalla vita, incredibilmente, non se ne esce vivi.”

[Gian Paolo Pasquali, “”Il Governo dei Migliori” (cit. Leo Strauss), Collana “Tu vuoi far l’Americano”, Edizione con fotografia autografata di Mentana in omaggio]

San Marino 3 novembre 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here